Grest parrocchiale di Lugagnano: Anche il vescovo Pompili alla serata finale di un’avventura per trecentosessantuno (con 120 animatori)

Sabato 6 luglio si è tenuta la festa finale del Grest parrocchiale di Lugagnano presso gli spazi del Noi in via don Fracasso.

Trecentosessantuno ragazzi dai 6 ai 14 anni, centoventi animatori e 25 volontari hanno condiviso tre settimane sfidandosi nei tornei sportivi, scatenando la creatività nei laboratori manuali (di cucina, fotografia, origami, art attack, traforo, ecc.), partecipando alle uscite in piscina e alla caccia al tesoro.

Il tema del Grest di quest’anno è stato “Lugagnan…ritorno alle origini” e ha lo scopo di far scoprire alle giovani generazioni la storia e le tradizioni del paese in cui vivono. La caccia al tesoro, che è durata un’intera giornata, si è legata proprio a dei luoghi storici di Lugagnano, dove i vari gruppi di animati e animatori si sono recati in visita accolti dai volontari: la baita Alpini, corte Beccarie, la chiesetta della Messedaglia e quella presso le Poste, il pastificio Mazzi, il Club enologico.

Sabato la festa conclusiva si è aperta con la messa, celebrata dal vescovo Domenico Pompili, a cui i ragazzi hanno donato la maglietta colorata del Grest. Il vescovo ha parlato ai giovani dell’importanza di avere il coraggio di distinguersi dalla massa e saper cantare fuori dal coro. Ha augurato loro di incontrare sguardi accoglienti ed empatici, non giudicanti, capaci di comprendere il percorso di crescita che stanno affrontando.

Lo slogan del grest di Lugagnano. Sopra, un momento della serata finale

A seguire i volontari del Noi hanno preparato risotto e patatine fritte per tutti gli animati, gli animatori e le loro famiglie. Alle 21 è iniziato lo spettacolo, curato da Luca Bottura, Matteo Pachera e Samuele Olivieri, supportati da Mons. Giovanni Ottaviani e don Elia Aldegheri. Davanti ad un numeroso pubblico di genitori, nonni, zii e amici, i ragazzi e gli animatori si sono esibiti in canti, balli e scenette.

La serata si è conclusa con le premiazioni delle squadre vincitrici, i ringraziamenti ai responsabili, agli animatori, alle segretarie, ai genitori e ai volontari che hanno dato vita ai laboratori. Alle 23 circa i festeggiamenti sono terminati con un breve spettacolo pirotecnico.

Chiara Giacomi
Nata a Verona nel 1977, si è diplomata al liceo classico e ha conseguito la laurea in Lettere presso l'Università di Verona. Sposata, con due figli, insegna Lettere presso il Liceo Medi di Villafranca. Lettrice appassionata, coordina il Gruppo Lettura della Biblioteca di Sona.