Giornata mondiale del Donatore di sangue: AVIS e FIDAS sonesi sempre in prima linea

Oggi, 14 giugno, è la Giornata mondiale del Donatore di sangue. Il presidente della Repubblica Mattarella ha rivolto un pensiero ed un augurio a tutti i donatori e alle associazioni di volontari impegnati nella sensibilizzazione verso la donazione. 

Mattarella si è rivolto soprattutto ai giovani, il cui impegno è preziosissimo e contribuisce a trasmettere il valore della condivisione e della solidarietà.

Oggi e domani l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha istituito un evento globale che quest’anno si svolgerà in Italia, a Roma. “Give blood and keep the world beating” è il titolo della manifestazione, che tra le varie iniziative di sensibilizzazione vedrà anche il Colosseo illuminarsi di rosso.

In Veneto, dopo alcuni anni di flessione, si registra una ripresa nel numero delle donazioni e questo fa ben sperare. E il dato è confermato anche dalle AVIS di Sona e Lugagnano e dalla FIDAS di San Giorgio in Salici.

In tempo di pandemia, l’esigenza di tutelare la salute della società intera e l’importanza dell’azione di ognuno sono apparsi ancora più evidenti e hanno dimostrato come l’opera dei donatori non si sia mai fermata, nemmeno nel nostro territorio.

Nata a Verona nel 1977, si è diplomata al liceo classico e ha conseguito la laurea in Lettere presso l'Università di Verona. Sposata, con due figli, insegna Lettere presso il Liceo Medi di Villafranca. Lettrice appassionata, coordina il Gruppo Lettura della Biblioteca di Sona.