Giampaolo “Papo” Bendinelli in Svizzera alla prova di dieci ironman consecutivi. Oltre ogni limite

Tra giovedì 22 e sabato 31 agosto si svolge sulle Alpi svizzere di Sangallo la “Swisseultra” Deca-Ironman Ultratriathlon.

Si tratta di un’incredibile prova sportiva da completare in dieci giorni, in cui gli atleti copriranno complessivamente le distanze di 40 chilometri a nuoto, 1.800 chilometri in bicicletta e oltre 420 chilometri di corsa.

La gara prevede, infatti, che ogni atleta ripeta per dieci giorni consecutivi la gara di triathlon più faticosa, coprendo ogni giorno le distanze di circa 4 chilometri a nuoto, 180 chilometri in bici ed una maratona di corsa.

Una gara che si colloca ben oltre i limiti della resistenza fisica e che prende questo nome perché la disciplina è quella del triathlon, ma con le distanze ben più lunghe e con la difficoltà ulteriore di dover ripetere l’impresa per dieci giorni.

Tra i super atleti che parteciperanno, due solo sono gli italiani. Ed uno dei due è di Lugagnano: si tratta di Giampaolo “Papo” Bendinelli, il panettiere della frazione noto da anni proprio per le sue incredibili qualità e capacità sportive che lo hanno portato ad affrontare gare oltre le capacità umane, in tanti luoghi diversi del mondo.

Tra le tante imprese, che il Baco ha sempre raccontato, Bendinelli ha ottenuto nel 2017 anche il record italiano nella specialità del PentaIronman.

Insieme a lui, per tenere alti i colori dell’Italia in Svizzera, gareggia anche il bolognese Luca Zanetti.

La Redazione

About La Redazione

Il Baco da Seta nasce del 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews

Related posts