Ascolta questo articolo

La 14esima Rassegna di teatro Buonanotte Sognatori ideato ed organizzato dai genitori dell’Associazione Cavalier Romani di Sona, torna sul palco del teatro parrocchiale di Sona sabato 15 gennaio alle 20.30 con il nuovo spettacolo di Gek Tessaro, accompagnato dal gruppo musicale degli Extrapola, dal titolo “L’albero e la strega”.

 

Questa del 15 gennaio è la seconda serata della rassegna iniziata sabato 27 novembre con lo spettacolo del gruppo TeatrOplà. Nello spettacolo “L’albero e la strega”, il teatro disegnato di Gek Tessaro ci accompagna in un percorso dove il gioco della luce e del buio diventano i protagonisti di un sogno africano. Il fascino dei contrasti del grande continente e la magia dei suoi colori prendono vita sullo schermo al ritmo della musica e dei racconti. Costruzioni effimere che vivono, crescono e si concludono con la fine del brano. Le immagini scompaiono lasciando in chi assiste il fragile eco di un’emozione. “Se riusciremo a scaldarci con le storie e raccogliere un po’ di luce con i nostri racconti, la notte, anche quella più fredda e buia, non riuscirà più a farci alcun male” (Gek Tessaro).

 

Gek Tessaro, con la sua inseparabile lavagna luminosa, è ormai un appuntamento fisso per questa rassegna che lo sta accompagnando in un percorso di continui successi. L’ultimo di questi è stato conseguito da Gek Tessaro nel 2010 vincendo l’ambito premio Andersen per la categoria “Miglior autore completo” con la seguente motivazione: “Per una ormai raggiunta, compiuta e convincente maturità artistica. Per la sapienza e la passione con cui sa continuamente confrontarsi con strumenti espressivi diversi, percorrendo coraggiosamente, e sempre all’insegna della narrazione, strade che vanno dal teatro all’illustrazione.”

 

Ricordiamo che il premio Andersen è il più prestigioso riconoscimento italiano attribuito ai libri per ragazzi, ai loro autori, illustratori ed editori. Promosso dalla rivista Andersen – il mensile di informazione e commento sulla letteratura per ragazzi – dal 1982 seleziona le migliori opere dell’annata editoriale, con un’attenzione particolare alle produzioni più innovative e originali.

 

Gek Tessaro è un artista poliedrico che si muove con disinvoltura fra narrazione scritta, illustrazione, musica, teatro e poesia. Inizia la sua attività di scrittore per ragazzi nel 1992, curando da subito testi e immagini. Oggi porta in scena le storie dei suoi libri in performance che uniscono il teatro all’illustrazione dal vivo grazie all’uso della lavagna luminosa. Il suo è un “teatro disegnato” dove la parola si intreccia alla musica e il disegno è creato di pari passo con lo svilupparsi del racconto. Fra le ultime pubblicazioni: Cin Ciao C’è (Fanucci, 2009), I Bestiolini (Panini, 2009), Acquaria (Artebambini, 2009), Il fatto è (Lapis, 2010) e il volume dedicato al suo lavoro Priscilla e Gurdulù. Lo sguardo delle mani (Artebambini, 2009).

 

L’appuntamento del 15 gennaio è quindi tra quelli da non perdere. Ricordiamo che la rassegna è sostenuta in modo particolare dall’assessorato alla cultura del Comune di Sona, dal Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Verona.

 

Articolo precedenteIl Professor Filippo Neri, quando la musica si fa vita
Articolo successivoFarina risponde a Zoccatelli: “Nessun pregiudizio”
Enrico Olioso
Nato a Bussolengo il 16 agosto 1964, risiede dall’età di 5 anni a Sona (i primi 5 anni a Lugagnano). Sposato con due figli. Attivo nel mondo del volontariato fin dall’adolescenza, ha fatto anche esperienza di cooperazione sociale. È presidente dell’associazione Cav. Romani, socio Avis dal 1984 e di Pro Loco Sona dal 2012. Fa parte della redazione di Sona del Baco da Seta dal 2002. È tra gli ideatori del progetto Associazioni di Sona in rete attivato nel settembre 2014 e del progetto Giovani ed Associazioni attivato nel 2020.