Gara per la gestione del Nido

Come ipotizzato dal consigliere Bianco de L’Incontro durante l’ultimo consiglio comunale del 24, sembra profilarsi una proroga per la gestione del nido al fine di espletare la nuova gara di affidamento. Lo intervistiamo.

 

Consigliere Bianco, il tema del regolamento per la gestione dell’Asilo Nido comunale di Lugagnano era stato affrontato nell’ultimo consiglio comunale e lei aveva avuto l’incarico dal gruppo de L’Incontro di essere il relatore su quell’argomento, cosa ci può dire?

 

In quel consiglio c’è stata una precisa e puntuale relazione da parte dell’Assessore Pinotti, cui compete la materia, relativamente ad alcune variazioni sul regolamento di gestione del nido di Lugagnano. Da parte mia ho ripreso una ad una quelle variazioni e ho chiesto il perché, al fine di capire le ragioni sottese.

 

E ci sono stati discussioni particolari?

 

Direi sicuramente tre: la prima riguardava il fatto che il cambiamento di regolamentoavviene in un momento di riaffidamento della gestione. Infatti il 31 Luglio scade il vecchio contratto di affidamento. Il secondo riguardava l’introduzione di date di pubblicazione delle graduatorie all’interno del regolamento. Una terza riguardava una precisazione su come sarebbe stata calcolata la retta, dal momento che era sparita nel nuovo regolamento una figura che la determinava proporzionalmente all’ISEE.

 

Riprendiamole una ad una.

 

La questione della gara concomitante è stata sollevata da me personalmente in consiglio: appare poco opportuno approvare un regolamento a solo un mese dalla scadenza della gestione.

 

Come ho detto in consiglio, chi è esperto di gare sa quanto tempo sia necessario per espletare le procedure e un mese non apparirebbe sufficiente. Ho quindi anche chiesto se fosse stato possibile pensare ad una proroga. Ma su entrambe le questioni non ho avuto soddisfazione.

Tuttavia, proprio oggi ho avuto una informazione relativamente alla probabile proroga di un mese sulla gestione attuale proprio per espletare bene la gara. Ovviamente l’informazione deve essere ufficializzata, ma più passa il tempo più il limite del 31 Luglio si avvicina.

 

Sulla questione 31 Luglio si incontra anche un altro problema: nel nuovo regolamento quella è la data ultima di pubblicazione delle graduatorie di ingresso al nido. Ho manifestato non poche perplessità al consiglio proprio perché arrivare al 31 Luglio non dà tempo ai genitori di organizzarsi: pensate a chi si trova escluso e che deve trovare per il proprio figlio un’alternativa. Innanzi ha il mese di Agosto, non proprio un mese in cui tutti lavorano… Ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.

 

Sulla questione della figura mancante: era un chiaro segno che si poteva far pagare la quota del nido indipendentemente dfall’ISEE, magari rifacendosi a parametri diversi. Su questo volevo chiarimenti forti.

 

In conclusione?

 

In conclusione direi che il regolamento potrebbe migliorare anche se su alcuni punti è stato sicuramente rivisto in meglio. Per ultimo, le minoranze non sono in consiglio per far perdere tempo ma per lavorare per il bene comune: sulla gara, mi dispiace dirlo, ritengo che fin da quel consiglio si doveva chiarire la proroga, peraltro ammissibile nelle more di una nuova gara. Tuttavia è meglio attendere l’ufficialità.