Furto con scasso nel Seminario diocesano di San Massimo

Nella notte di lunedì 30 ottobre ignoti scassinatori si sono messi all’opera presso il Seminario diocesano di San Massimo, il bottino sembra aggirarsi attorno ai 15 mila euro.

Ad accorgersi del furto sono stati gli impiegati della Segreteria del Seminario che recandosi al lavoro hanno immediatamente riscontrato come alcune porte della portineria – che permette di accedere alle scuole del Seminario Minore – erano state forzate.

La cassaforte, che si trovava nell’ufficio dell’amministrazione, è stata divelta dal muro a colpi di martello. La cassaforte poi, svuotata dal suo contenuto, è stata abbandonata nei pressi del Seminario.

Sembra che i malviventi siano penetrati nella struttura attraverso i garage sotterranei e poi si siano spostati dentro il Seminario fino a trovare la cassaforte. Proprio questo particolare potrebbe far pensare a persone a conoscenza dell’ubicazione precisa della cassaforte.

Articolo precedenteAAA Giovani musicisti cercasi. Un’opportunità per i ragazzi che fanno musica
Articolo successivoNotte bianca alla Grande Mela
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.