Fare la spesa senza sprechi, la lezione arriva dagli studenti delle medie di Sona e Lugagnano

Sono stati presentati a Bussolengo i risultati del progetto “La mia spesa felice”, promosso da Amia e Serit e testato sulle classi prime delle scuole medie di Sona e Fumane, aderenti al Consorzio Bacino Verona 2. Partner dell’iniziativa era anche Rossetto Group.

Il progetto – che nel nostro Comune ha interessato i ragazzi di due prime medie dell’Istituto Comprensivo di Sona e una dell’Istituto Comprensivo di Lugagnano, con i loro insegnanti – aveva come finalità trasmettere i principi della riduzione dei rifiuti e lotta agli sprechi alimentari.

Il progetto – patrocinato anche dal Comune di Sona – prevedeva due fasi, un primo momento di formazione in aula e poi una prova pratica di spesa al supermercato, con un budget ben definito e una lista di acquisti pensata per premiare chi sceglie prodotti con meno imballi, che quindi inquinano meno e costano meno anche in fase di smaltimento. Il momento pratico si è tenuto presso il supermercato Rossetto presente nel Centro Commerciale La Grande Mela.

I dati indicano che in Italia circa il 25 per cento degli acquisti alimentari delle famiglie viene buttato nell’immondizia, per un valore annuo di circa 37 miliardi di euro. Il passaggio ad un concetto di spesa intelligente è quindi assolutamente necessario.

.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews