Falsi addetti ENEL a Lugagnano (e anche nel resto del Comune): attenzione alla truffe

Alcuni lettori ci segnalano in queste ore che a Lugagnano – ad esempio in via Pelacane – si aggirano delle persone che, spacciandosi per incaricati dell’ENEL, pretendono con atteggiamenti molto arroganti di entrare nelle case con la scusa di controllare bollette e contatori. Tra l’altro esibendo un tesserino ENEL che in realtà è un documento falso e posticcio.

Se qualcuno, preso da un sacrosanto sospetto, decide di non aprirgli, la reazione è quella di minacciare il taglio della corrente, arrivando a frasi di scherno del tipo “sarete costretti ad usare le candele”.

In realtà si tratta di una forma di tentata truffa già capitata in tutto il Comune anche nelle scorse settimane e negli scorsi mesi. Nel momento che il falso addetto prende visione delle bollette, inevitabilmente sentenzia che quest’ultime sono troppo alte e che attraverso lui sarebbe possibile un grosso risparmio in bolletta. Per farlo si mette a compilare velocemente un nuovo contratto, insistendo nel proporre come mezzo di pagamento l’accredito bancario. 

Da ENEL fanno sapere che non esiste assolutamente loro personale autorizzato ad un simile comportamento. Attenzione quindi a chi suona al campanello e, se del caso, avvisare i Carabinieri.