Ernesto ed Elvira festeggiano 74 anni di matrimonio. “Mi innamorai appena lo vidi scendere dalla corriera”

Domenica 11 dicembre il primo cittadino di Sona Gianluigi Mazzi accompagnato dall’assessore Elena Catalano, ha portato i suoi omaggi da parte di tutta la comunità di Sona ad una coppia di coniugi residenti a Lugagnano, Ernesto ed Elvira, sposati a Trento l’11 dicembre 1948 e che festeggiano quindi ben 74 anni di matrimonio. Anche il Baco è presente a questo bel momento di festa.

La longeva coppia è un esempio forte di amore e rispetto reciproco, qualità cardine di un matrimonio duraturo di altri tempi.

Veniamo accolti dalla figlia minore Antonella e dal fratello Gino, l’altro fratello Guido abita fuori Verona e non è potuto essere presente. L’ambiente è molto famigliare ed i figli ci mostrano gli album di fotografie che immortalano la vita della coppia.

Ernesto Roman, nato a Vedelago, Treviso, il 23 dicembre del 1924 è un carabiniere in pensione. Ci racconta la moglie Elvira Benedetti, casalinga, nata a Segonzano, Trento, il 15 aprile 1929, di quando ha visto il suo futuro marito la prima volta: stava scendendo dal pullman che lo portava a Trento per prestare il suo servizio, era in divisa ed Elvira quando lo vide disse alle sue amiche che quel bel ragazzo sarebbe stato suo e nessuna glielo avrebbe portato via. E così è stato.

La caserma era vicino a casa di Elvira, di lì a poco si conobbero e due anni dopo si sposarono. Per lavoro Ernesto si spostava spesso e la famiglia lo seguiva. I tre figli, infatti, sono nati in diverse località a distanza di quattro anni l’uno dall’altro.

Ernesto ed Elvira nel giorno del loro matrimonio.

Sono una coppia davvero simpatica e piena di vita. Ernesto è una persona molto meticolosa, nei suoi album sono conservati i ricordi della loro vita. Sfogliandoli ritroviamo la foto del loro 65esimo di matrimonio, con il sindaco Mazzi mentre si congratula per il traguardo raggiunto.

Mostrando la foto ad Ernesto lui scherzosamente ci dice che adesso è più vecchio ma il suo sogno è quello di festeggiare i suoi cento anni, perché si sente ancora giovane. La moglie sorride e ci racconta delle premure che gli riserva tutti i giorni, quelle abitudini che rendono questa coppia unica, un esempio da seguire.

Chiedo qual è il segreto del loro matrimonio, ma la risposta non si può scrivere, bisogna ascoltarli parlare l’uno dell’altra per capire ed emozionarsi per i complimenti che si riservano a vicenda.

Nella targa che è stata consegnata, assieme ai fiori, la citazione di Lao Tzu che il sindaco Gianluigi ha letto alla famiglia non poteva essere più corretta: “I legami più profondi non sono fatti né di corde né di nodi, eppure nessuno li scioglie”.

Congratulazioni ad Ernesto ed Elvira e grazie alla loro famiglia per aver condiviso qualche ricordo importante con noi e quindi con tutta la nostra comunità.

Lorella Zanini
Nata nel 1975 residente da sempre a Lugagnano, ultima figlia di una famiglia “rumorosa” composta da 5 fratelli, forse per questo mi trovo a mio agio dove c’è compagnia e allegria. Assistente e segretaria in uno studio odontoiatrico da oltre 25 anni. Amo tutti gli animali e detesto chi li maltratta. Adoro leggere, ascoltare musica e andare ai concerti. Sono dinamica e mi piace provare ogni genere di sport, dal paracadutismo allo yoga che pratico da anni. Ho un debole per le persone che si mettono in discussione.