Emporio della Solidarietà di Sona e Sommacampagna: “Una scommessa vinta”. Dopo un anno si tirano le prime somme

Ad un anno dalla sua apertura, l’Emporio della solidarietà, che supporta le famiglie in difficoltà economica di Sona e Sommacampagna, rappresenta una “scommessa vinta”.

E, per il suo primo anniversario, il minimarket di via Nascimbeni è stato dotato di un Fiat Doblò per la raccolta dei prodotti da distribuire al suo interno. Il nuovo mezzo è stato benedetto da Don Antonio Sona, ex parroco di Lugagnano da poco trasferitosi nella parrocchia di San Giovanni Evangelista a Verona, durante una cerimonia tenutasi sabato 29 settembre.

Come spiega la capofila Emanuela Schiera (nella foto sopra all’interno dell’Emporio), attualmente sono 108 le famiglie residenti nei due Comuni che possono usufruire del servizio offerto dall’Emporio, che ha superato il modello del “pacco spesa” per offrire invece agli utenti la possibilità di scegliere dagli scaffali ciò di cui hanno bisogno, presentando poi alla cassa una tessera a punti caricata mensilmente sulla base della composizione del nucleo familiare.

Alla festa per il primo anniversario erano presenti anche Don Pietro Pasqualotto, coparroco della frazione, che ha sottolineato quanto sia importante la collaborazione per raggiungere risultati significativi come quello rappresentato da questa realtà, e Don Alessandro Martini, parroco di Sommacampagna, che ha sollecitato a continuare a promuovere attenzione, sensibilità e solidarietà all’interno delle comunità.

Il Sindaco di Sona Gianluigi Mazzi ha affermato: “Sono orgoglioso di condividere con voi questo primo compleanno”.  Il Vicesindaco di Sommacampagna Giandomenico Allegri ha poi aggiunto: “Un anno fa questa realtà era una scommessa, oggi possiamo dire che è una scommessa vinta”.

L’Assessore alle politiche sociali di Sona Elena Catalano ha invece parlato del quotidiano e minuzioso lavoro di progettazione e di collaborazione necessario per portare avanti una realtà come l’Emporio. Fra i presenti c’erano anche Carlo Croce, vicedirettore della Caritas diocesana e Fabrizio Facincani, presidente della San Vincenzo provinciale.

Sul numero del Baco in edicola e nei punti di distribuzione da sabato 12 ottobre trattiamo anche di questa importante realtà.

Federica Valbusa

About Federica Valbusa

Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura fin da quando era bambina. Ha iniziato a scrivere per Il Baco da Seta nel 2005, all’età di 17 anni. Dopo la maturità classica, ha conseguito la laurea triennale in Filosofia e la laurea magistrale in Scienze filosofiche presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dal febbraio del 2011 è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco dei pubblicisti, del Veneto e da qualche anno è collaboratrice del quotidiano L’Arena.

Related posts