Elezioni a Sona: il PD si presenta con una lista Civica in appoggio al candidato Sindaco Moletta

Giovanni Forlin, nuovo Segretario del PD di Sona

Arriva proprio in queste ore la decisione del Partito Democratico di Sona sulla linea politica da tenere in occasione delle prossime elezioni amministrative di Sona, che si terranno tra un mese, il 10 giugno prossimo.

La scelta è quella di presentarsi come lista civica, con il nome di “Impegno Comune” (nome curiosamente molto simile a quello della lista civica “Progetto Comune” di Bonometti), in appoggio al Candidato Sindaco Maurizio Moletta, che aveva reso pubblica la sua candidatura ancora lo scorso dicembre.

“Dopo una lunga riflessione – spiega, infatti, al Baco il Segretario Giovanni Forlin (nella foto) – il Partito democratico ha deciso di contribuire a costituire con quanti lo vorranno, la lista civica “Impegno Comune”, per presentarsi alle prossime elezioni amministrative del 10 giugno 2018. In un momento così delicato per la politica, riteniamo fondamentale ripartire dalla partecipazione di donne e uomini tesa ad un progetto di rinascita della responsabilità civica e sociale dove la politica è prima di tutto servizio per i cittadini e per il territorio”.

“Crediamo in una politica dell’agire, in un contesto e con una visione europeista, in grado di operare localmente dando risposte concrete all’esigenze di giustizia delle persone, a partire da quelle più in difficoltà. La lista “Impegno Comune” – indica Forlin – dopo un’ampia riflessione e valutate le diverse opzioni, ha trovato di fare un ulteriore passo verso una convergenza con le altre due liste che sostengono il candidato Sindaco Maurizio Moletta. Riteniamo che ogni sforzo vada fatto per unire e non per disintegrare in mille rivoli le forze che amano il proprio territorio e vogliono migliorare la vita dei cittadini”.

“Il programma, condiviso tra le forze in campo, dipinge un progetto amministrativo dove il cittadino è protagonista. Ogni proposta – prosegue il Segretario del PD di Sona – mette al centro il miglioramento delle condizioni di vivibilità dei nostri cittadini, l’aiuto concreto alle persone in difficoltà attraverso il miglioramento dei servizi sociali, con un occhio di riguardo alle misure di incentivo alle attività produttive attraverso le quali va costruita una strategia di risanamento e di rilancio economico del territorio”.

“Sona merita un ruolo politico e amministrativo importante in un’area che va dal villafranchese al lago, che si prefigga una strategia industriale, enogastronomica, turistica di alto livello. Di particolare rilievo è la necessità di un riassetto del sistema viabilistico, ferroviario e di trasporto collettivo e ciclabile dell’intera area. Va costruito un piano per collegare l’intera area metropolitana compreso aeroporto, ospedale e area del quadrante europa”.

“Ci candidiamo con Maurizio Moletta – conclude Giovanni Forlin – per gestire una nuova fase della politica a Sona, che unisca l’azione locale ad una visione più alta, capace di intercettare le opportunità che possono crearsi attraverso la sinergia con tutti gli operatori, pubblici e privati, che hanno a cuore la bellezza e lo sviluppo del nostro territorio”.

Una scelta, quella del PD di Sona, che era nell’aria da qualche giorno e che oggi trova conferma nelle parole di Forlin.

Il panorama politico ora, a pochi giorni dal termine ultimo per la presentazione delle liste, appare ormai chiaro.

Salvo (improbabili) novità dell’ultima ora, a contendersi il governo di Sona saranno quindi in tre: l’attuale primo cittadino Gianluigi Mazzi, sostenuto dalle tre liste civiche “PerSona al centro”, “Valore famiglia” e “Giovani per Sona”, l’ex Sindaco, e attuale Consigliere di minoranza, Flavio Bonometti sostenuto da Lega, Indipendenza Veneta e altre civiche e, come si diceva, l’ex Assessore, e attuale Consigliere di minoranza, Maurizio Moletta con tre civiche, una delle quali ufficializzata proprio oggi.