Elezioni a Sona. Fratelli d’Italia sostiene Busatta. Mazzola è il quarto candidato sindaco

Ormai a ridosso del termine per la presentazione dei candidati sindaco, delle liste e delle raccolte firme (sabato prossimo 15 aprile), le riserve di Fratelli d’Italia in merito all’appoggio del candidato sindaco sono ora (finalmente) sciolte: “Alle elezioni amministrative di Sona – affermano l’onorevole Ciro Maschio e Alberto Dalla Pellegrina, referente locale del circolo – Fratelli d’Italia sostiene il candidato sindaco Corrado Busatta (nella foto in alto a destra, NdR)”.

È stata una scelta difficile – continuano Maschio e Dalla Pellegrina – Avevamo dialogo aperto e ottimi rapporti sia nella compagine di Dalla Valentina che in quella di Busatta. Abbiamo sperato e cercato fino all’ultimo una soluzione che potesse ricomporre i due gruppi per andare tutti uniti, ma non è stato possibile”.

Fratelli d’Italia è ufficialmente, dunque, il partito di centrodestra fuori dal coro, dato che Lega e Forza Italia sostengono compatti Dalla Valentina, con l’avallo delle segreterie provinciali rappresentate da Paolo Borchia (Lega) e Claudio Melotti (Forza Italia) e dei pesi massimi dei partiti a livello regionale, il leghista Alberto Stefani e il forzista Flavio Tosi.

Il Coordinamento provinciale del partito di Giorgia Meloni, nonostante il rinnovo di amicizia e stima a Gianfranco Dalla Valentina, ritiene che “la coalizione di Corrado Busatta, con la presenza pesante di Gianluigi Mazzi e gli amici e stretti alleati di centrodestra di Verona Domani (Sona Domani, NdR), possa garantire grande competenza amministrativa e un forte radicamento nel tessuto sociale ed economico della comunità locale”.

L’endorsment al sindaco uscente Mazzi è, dunque, netto ed evidente da parte di Fratelli d’Italia e rappresenta un cambio di rotta decisamente anomalo rispetto alle dichiarazioni rilasciate al Baco dallo stesso Dalla Pellegrina, che non ha risparmiato l’amministrazione Mazzi da non poche critiche e, riferendosi alle ultime lezioni a Verona, aveva ribadito che un centrodestra disunito sarebbe stato “un errore da non ripetere”.

Tuttavia, la scelta su Busatta non è stata unanime all’interno del gruppo di Fratelli d’Italia di Sona: “Si è discusso a lungo e alla fine è maturata questa decisione, demandata al provinciale – asseriscono Maschio e Dalla Pellegrina –. La maggioranza del Circolo ha condiviso la scelta, anche se una parte avrebbe preferito altre opzioni”. Scelta che, da quanto risulta al Baco, non è stata oggetto di votazioni ufficiali all’interno del circolo.

Siamo convinti che chi crede nel progetto di Giorgia Meloni e di Fratelli d’Italia – concludono Maschio e Dalla Pellegrina – debba scegliere di sostenere il proprio partito sempre e comunque, a prescindere da chi sia il candidato sindaco. Così dovrebbe essere nella normalità”. Affermazione, anche questa, parecchio anomala visto che lo stesso Gianluigi Mazzi (insieme a Busatta e a quella che fu la sua maggioranza) ha sempre fatto del civismo la sua bandiera e ha sempre rimarcato ai propri cittadini l’importanza di votare le persone (e non i partiti) alle elezioni comunali.

In conferenza stampa nei prossimi giorni verrà presentata la lista di Fratelli d’Italia, che, salvo le ultime rifiniture e con un’apertura a chi vuole entrare a far parte del progetto, “è pronta”.

E mentre la polvere si alza sul campo di questa campagna elettorale, proprio nel mezzo del fermento in seno al centrodestra, s’inserisce come candidato sindaco Carlo Antonio Mazzola (nella foto in alto a sinistra), consulente finanziario e originario del nostro territorio, in particolare di Palazzolo e Sona, con il partito “Rinascita per Sona” di ideologia cristiana liberale.

Fin dai tempi dell’università ho svolto attività politica – afferma Mazzola –, dapprima nella fase crepuscolare della Democrazia Cristiana e poi in Forza Italia, da dove cominciai come delegato dei giovani, per poi divenire coordinatore cittadino e capogruppo consiliare, fino a ricoprire incarichi provinciali e in assessorato della Regione Lombardia nella giunta Formigoni”.

Rinascita per Sona è una lista civica con aderenti di estrazione di centrodestra, ma vi sono anche figure autorevoli del centrosinistra. “Con questi militanti e tanti semplici cittadini – continua Mazzola – abbiamo approntato un programma che sarà un formidabile ed efficace strumento di rinascita e sviluppo per Sona”.

Con la sua lista civica Mazzola si propone con un approccio super partes e come mediatore anche di compattare le varie anime del centrodestra, in cui “le divergenze non sono tanto programmatiche quanto personali”.

Ad oggi, dunque, i candidati sindaco ufficiali e certi sono Gianfranco Dalla Valentina, sostenuto dalle liste civiche ViviAmo Sona, Insieme perSona e dalla lista Lega-FI, Corrado Busatta, rappresentante della coalizione Sona Domani, Scelta per Sona e FdI, Monia Cimichella della lista Direzione Sona, e Carlo Antonio Mazzola di Rinascita per Sona.

Per conoscere tutto sul prossimo voto a Sona consulta la sezione speciale del nostro sito dedicata alle elezioni amministrative 2023.

Gianmaria Busatta
Nato nel 1994 e originario di Lugagnano, scrive per il Baco dal 2013. Con l'impronta del liceo classico e due lauree in economia, ora lavora con numeri e bilanci presso una società di servizi. Nel (poco) tempo libero segue con passione la politica e la finanza e non manca al suo inderogabile appuntamento con i nuovi film al cinema (almeno) due volte a settimana. E' giornalista pubblicista iscritto all'ordine dei giornalisti del Veneto.