Educazione e rispetto: il Comune ha premiato i ragazzi delle scuole di Lugagnano e Sona

E’ stata una intensa ed emozionante giornata quella trascorsa la mattina di sabato 28 maggio dai ragazzi di 2° e 3° media delle scuole di Lugagnano e Sona nell’aula del Consiglio Comunale.

Il Sindaco Gianluigi Mazzi, dopo i saluti alla varie autorità presenti (tra le quali il Sindaco di Sommacampagna Manzato, il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Villafranca, l’Ispettore Capo della Polizia Stradale e i dirigenti scolastici di Sona e Lugagnano Squarzoni e Cattaneo) ha introdotto e illustrato lo svolgimento della giornata, spiegando l’alto valore propedeutico di questa iniziativa alla formazione di cittadini consapevoli e attivi.

A tal proposito il Sindaco non ha lesinato una frecciatina ai concittadini “adulti” per la scarsa partecipazione ai Consigli comunali, scemata con rapidità dopo le ultime elezioni.

E’ stata data la parola a Sindaco, Vicesindaco e Assessori del Consiglio Comunale Ragazze e Ragazzi che hanno esposto le problematiche presenti nei plessi scolastici. Alle loro domande hanno risposto gli Assessori presenti, dando la chiusura così alla prima parte della mattinata.

Nella seconda si è svolta la premiazione per il concorso “Civilizziamoci”, alla presenza dei genitori di Tobia, Martina, Levi, Nicole e Valeria, i cinque amici di Lugagnano morti undici anni fa in un terribile incidente stradale a Caselle.

Particolarmente toccante e ispirato è stato l’intervento della mamma di Tobia, uno dei ragazzi scomparsi, che ha sottolineato l’importanza del rispetto per se stessi e per gli altri, passante anche per il rispetto delle cose comuni. – spiega Simone Bertin, genitore di una delle ragazze premiate -. Era questa infatti la linea guida del concorso, che ha tratto spunto dai vandalismi dell’estate 2015 provocati da ragazzi quasi coetanei degli alunni presenti in sala. E’ stato dato loro il compito, diviso in gruppi di lavoro, di sviluppare il problema del vandalismo. Gli elaborati, suddivisi nelle categorie testo, grafica e video clip hanno impegnato parecchio la giuria per decidere i vincitori. In realtà, a vincere sono stati tutti gli alunni in quanto la borsa di studio dei vincitori, è servita ad acquistare 2 LIM (lavagne interattive multimediali) per le scuole.

Nei saluti finali il Sindaco Mazzi ha sottolineato ancora l’importanza del rispetto e ha spronato i giovani ad interessarsi del bene comune, per crescere come persone e come cittadini.