“Ecco come sogniamo Lugagnano”: premiate le trenta opere del concorso “Il quartiere che vorrei”

Giovedì 24 maggio, presso il Parco don Gnocchi di Lugagnano, si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso “Il quartiere che vorrei”, promosso dal progetto ABC e sostenuto dall’Amministrazione Comunale. A giudicare le opere una qualificata giuria composta da esponenti della nostra comunità impegnanti a vario titolo negli ambiti della cultura, dell’animazione e del sociale.

L’evento è iniziato con l’esposizione di tutte le trenta opere in gara, la merenda preparata dai ragazzi di S.ce.F. e le ospiti di Casa Iride che hanno fatto le treccine colorate ai capelli delle bambine.

Un momento delle premiazioni

Successivamente si è esibito il gruppo di Tommasoni Vittorio, Sometti Camilla, Pietropoli Anna e Maccacaro Martina in una splendida coreografia sulle note di “Don’t worry, be happy.” Al termine è iniziata la cerimonia ufficiale, condotta da Jessica Guerra, membro del Comitato di quartiere Mancalacqua Project.

Dopo un breve intervento degli Assessori Caltagirone e Dal Forno, sono stati consegnati i premi a ciascun vincitore, messi a disposizione dagli sponsor del concorso: Pizzeria da Asporto Loris, Pasticceria Le Golosine, Studio Fotografico Mario Pachera, Edicola Libreria Castioni, Cartoleria Quintarelli, More Pizza, Mammamia, Blue Ice e La Cornice di Elena.

Per la categoria cideo si sono classificate al primo posto Grisi Chiara e Brunelli Noemi, al secondo Perna Giulia e Guariento Giada e al terzo Grisi Anna e Adamoli Elena.

Per la categoria plastici si sono classificati al primo posto Pietropoli Giacomo e Bottura Luca e al secondo posto Rambaldo Alessandro.

Per la categoria cartelloni il primo posto è andato a Magagnotti Valentina, Bissoli Giada, Giacon Sofia e Guerin Irene, il secondo posto a Grada Aurora.

Le menzioni speciali della giuria sono andate a Mazzi Giovanni e Rizzotti Leonardo per l’uso dei materiali non convenzionali; a Cebotar Victoria per la capacità di unire disegno e musica, l’opera evoca paure proprie dell’età, lascia molti non detti e lancia uno sguardo dall’alto sul mondo; a Sancassani Alice, Tommasoni Carmen e Toffali Sara per la commovente coreografia e il concetto di inclusione che esprime; a El Jaouhari Imade per la semplicità e la mancanza di strutture nonché la naturalezza del messaggio di gioia; a Bellotti Nicola, Borille Giovanni e Belma Soldatic per la cura dei dettagli e la considerazione di tutti gli sport; a Perina Esther e Farinazzo Asia per l’attenzione all’accessibilità per tutti; a Menon Rachele, Belfi Elena e Righetto Martina per l’originalità e il gioco dimensionale e a Lusente Sofia per la scrittura lucida e profonda.

Glenda Orlandi, operatrice ABC e ideatrice del concorso, ha ringraziato i partecipanti per la loro capacità mostrarci una visuale della nostra comunità e del nostro territorio serena, responsabile, attenta, curiosa, affettuosa e appassionata. “Un atteggiamento che fa sicuramente ben sperare per il futuro, e da cui noi adulti dobbiamo imparare”.

Tutte le foto della cerimonia di premiazione del concorso