E’ tempo di musical per la scuola di Lugagnano, quest’anno su un palco davanti alle medie

Si tiene giovedì 30 maggio alle 20.45 il musical dell’Istituto Comprensivo di Lugagnano, ormai diventato il fiore all’occhiello degli appuntamenti musicali della scuola.

Lo spettacolo intitolato “L’isola che non c’è” prende spunto dalla storia narrata nei primi del 900 da James Matthew Barrie nel “Peter Pan, il ragazzo che non voleva crescere” e dal film “Hook, Capitan Uncino” di Steven Spielberg del 1991.

Lo spettacolo narra dunque la storia di un papà che in un passato indefinito è stato il principe dei sognatori e che, intrappolato dalle ansie del successo, ha completamente dimenticato di essere stato il mitico Peter Pan. Diventato un affermato uomo d’affari non ha più tempo per i suoi figli, pur vivendo nell’illusione che il suo affannarsi è per il loro bene. Il suo cuore ormai si è indurito e il suo inconsapevole cinismo ha spezzato le ali alla sua capacità di sognare ma per i suoi figli e con il loro aiuto vivrà un’avventura meravigliosa sull’Isola che non c’è e tornerà finalmente a sognare. Questa storia perciò ci parla dell’abbandono, non solo di quello subito dall’altro, ma soprattutto quello che ognuno di noi infligge a sé stesso ogni volta che smarrisce la parte più pura e profonda del proprio io.

Il musical, per la prima volta, sarà rappresentato proprio a scuola, su un palco allestito davanti alle medie, ed è aperto all’intera comunità.

“La prima novità di quest’anno è proprio la location – ci spiega il Professor Giuseppe Schiavone – che sarà all’aperto con tanto di palco posizionato suggestivamente nell’atrio della scuola media. L’orario serale ci metterà nelle condizioni di mettere in scena un’altra novità: la scenografia. Quest’anno infatti, oltre ad essere basata sull’allestimento costruito artigianalmente dagli alunni della secondaria guidati dal Professor Matteo Dosso e dalla Professoressa Luisa Orlandini, si amplierà grazie all’uso di effetti di proiezione. Inoltre, il Musical avrà dei momenti di riflessione/introspezione toccanti da un punto di vista emotivo. Uno di questi prevede per la prima volta il commento sonoro della parte recitata. Quindi non più solo le parti di recitazione che si alternano a quelle musicali, ma le due forme d’arte che si intrecciano nello stesso momento alla stregua della colonna sonora cinematografica. Un altro momento di grande pathos sarà la scena dello specchio dove canzone, danza a due e proiezioni, creeranno un momento magico di intima commozione con un chiaro messaggio all’adulto smarrito che lotta per ritrovarsi.”

Ogni anno cresce il livello e l’interesse generale per questo evento che coinvolge l’intera scuola. “Il nostro musical ha come caratteristica principale quello di essere un lavoro trasversale e interdisciplinare, dove tutti gli ordini di scuola dell’Istituto comprensivo si armonizzano in un’attività corale di rara concertazione. Grande lavoro di sartoria fatto dalle insegnanti Pescarin e Orlandini, di arrangiamento orchestrale fatto dagli insegnanti di strumento. I balletti, il laboratorio teatrale, il coro insegnanti, la partecipazione degli ex alunni e tanto altro ancora – prosegue il Prof. Schiavone -. Il lavoro di progettazione e di ricerca comincia già dall’estate e prosegue nella sua realizzazione durante tutto l’anno scolastico, vacanze comprese. E poi i ragazzi, il vero cuore pulsante di questa macchina eccezionale piena di fantasia e di emozioni straordinarie”.

Il Professor Schiavone conclude con questo invito: “Non ci si commuoverà e basta, ci saranno scene di battaglia, si volerà, si riderà, si esulterà!”

È evidente che questo spettacolo è diventato un evento imperdibile.

Francesca Tenerelli

About Francesca Tenerelli

Nata il 29 gennaio del 1976, parte attiva da sempre nella comunità di Lugagnano, con una breve interruzione per trasferimento a Decimomannu vicino a Cagliari. Ha conseguito la maturità scientifica presso il liceo Galileo Galilei a Verona e attualmente è impiegata in un’Agenzia di Assicurazioni. Sposata e madre di due figli, trova sempre il tempo per dedicarsi alla sua passione, la lettura.

Related posts