“E’ proprio una presa in giro!”

All’ora prevista – le nove di mattina – per l’apertura della seduta del Consiglio Comunale di oggi 24 giugno erano presenti in sala solo tre membri della Maggioranza. Assente anche il Sindaco Gualtiero Mazzi, che pure aveva stabilito l’ora di questa inconsueta seduta e che ieri aveva esternato su L’Arena la possibilità di tenere d’ora in poi Consigli proprio la mattina.

 

A presiedere l’Assessore “anziano” Vantini (nella foto). Fin da subito è stata bagarre: i membri delle minoranze erano quasi tutti presenti e hanno chiesto più volte il perchè di queste assenze. Mazzi Gianluigi – del Gruppo Misto – è stato perentorio: “il Sindaco aveva fissato questa data, sentita la maggioranza, e ora dove sono, cosa stanno facendo? E’ proprio una presa in giro”.

 

A lui ha replicato proprio Vantini sostenendo che la vera presa in giro è delle minoranze che hanno chiesto la convocazione di questo Consiglio. Ma a ribattere è ancora Mazzi Gianluigi: “abbiamo chiesto la convocazione di questo Consiglio per discutere di interpellanze che avete nel cassetto da almeno un anno… vergognatevi! E adesso vogliamo sapere dove sono quelli che della maggioranza: dov’è il Sindaco, dove sono gli Assessori e i Consiglieri? Che motivazioni hanno addotto?”.

 

Dai banchi vuoti e desolanti della maggioranza si ribatte che il Consiglio può iniziare comunque senza la presenza del numero legale. L’affermazione ha l’effetto di riscaldare ulteriormente gli animi: Mazzi Gianluigi e Bianco Gianmichele – pure lui Consigliere del Gruppo Misto – pretendono l’applicazione integrale dell’articolo 19 del Regolamento che prevede la conta dei presenti e degli assenti.

 

Si registrano a questo punto momenti di elevata tensione tra il Segretario Comunale ed i Consiglieri, ma si procede comunque alla conta dei presenti. Tra gli assenti molti sono quelli che non hanno presentato la giustificazione richiesta. “E’ uno scandalo – dichiara a margine del Consiglio Gianluigi Mazzi – che vi siano Consiglieri ed Assessori assenti senza motivazione. E’ proprio una presa in giro per chi li ha votati!”.


Dopo mezz’ora, come previsto dal Regolamento, viene dichiarato che il Consiglio non è costituito secondo il numero legale, viene quindi aggiornato e riconvocato per domattina venerdì 25 giugno alle 8. “Io non potrò essercichiude Bianco – ma mi auguro di non assistere più a simili pagliacciate”.

 

Articolo precedenteVivere a lungo con successo
Articolo successivoScampagnata a Corte Guastalla
Giulio Braggio
Abita a San Giorgio dalla nascita (14 marzo 1960). Sposato con Paola, è attivo da sempre nel mondo del volontariato. Ha fatto anche un’esperienza politica a livello locale come Consigliere comunale dal 1990 al 1998. Da una decina d’anni lavora nel sindacato Cisl. E’ appassionato di fotografia, informatica, automobilismo e amante dei cani. Collabora con il Baco da Seta dal 2002.