“Donare che felicità”: Il Noi di Palazzolo ha raccolto giocattoli e peluches per bambini bisognosi

Grande successo dell’iniziativa “Donare che felicità” che, organizzata dal circolo Noi di Palazzolo in collaborazione con l’Emporio della solidarietà di Sona e Sommacampagna, ha raccolto in queste ultime settimane una notevole quantità di peluches, colori e cancelleria da donare ai bambini bisognosi.

Straordinaria è stata la risposta della comunità che ha fatto confluire nella sala del circolo Noi a Palazzolo moltissimi pennarelli, colori, album da disegno per far divertire i bambini oltre a parecchi giochi in scatola taluni ancora integri nella confezione originale. Altrettanto significativo l’apporto di peluches che, una volta lavati e sterilizzati sono stati riconfezionati per essere donati ai bambini in occasione della festa di Santa Lucia e delle prossime festività natalizie.

Ad organizzare il tutto un gruppo di volontarie di Palazzolo che, con l’aiuto entusiasta dei bambini, hanno saputo dare una seconda vita ad articoli che spesso sono dimenticati in qualche armadio.

Per le nuove generazioni quindi un vero esempio di ricircolo, della lotta allo spreco, all’insegna della sostenibilità di cui tanto si parla di questi tempi. Senza dimenticare che in questa maniera, si generano sorrisi, si apprezza la gioia del dono e della solidarietà nei confronti di bambini più sfortunati che, al pari dei loro coetanei possono giocare e divertirsi.

Massimo Giacomelli
Nato nel 1967, vivo da sempre a Palazzolo con moglie e 2 figli ormai proiettati nel mondo dei grandi. Sono appassionato di storia, di tutti gli sport, (qualcuno provo a praticarlo a livello amatoriale) e con parecchio trasporto ed un po' di nostalgia ascolto sempre volentieri la musica degli anni Ottanta. Dopo gli studi all’istituto tecnico commerciale ho scelto la strada imprenditoriale ed ora sono impegnato nel settore immobiliare; negli anni scorsi la mia collaborazione col Baco da Seta era piuttosto saltuaria; a partire dal 2019 però sta diventando sempre più intrigante.