Domenica il vescovo Domenico Pompili a Sona per i 280 anni della consacrazione della Chiesa parrocchiale

La visita del vescovo è sicuramente un evento speciale. Siamo abituati a riceverlo in occasione del sacramento della Confermazione (meglio conosciuta come Cresima), ma sappiamo che in realtà è spesso sostituito per inevitabili sovrapposizioni di impegni.

In questo caso l’occasione è data dalla ricorrenza dei 280 anni della consacrazione della Chiesa parrocchiale di Sona dedicata a San Salvatore ed a Santa Maria Elisabetta, di cui abbiamo già parlato in occasione dell’interessante serata storico culturale organizzata il 15 settembre scorso con la presenza di più relatori.

Domenica 22 ottobre invece il vescovo Domenica Pompili sarà presente a Sona alla celebrazione della S. Messa alle ore 9.15. Il tutto avrà inizio a partire dalle 8.45 con ritrovo alla Baita degli Alpini e con partenza alle 9 verso la chiesa.

La S. Messa sarà animata da due cori: la corale parrocchiale S. Salvatore ed il coro “Il mio paese” che per l’occasione canteranno assieme. Sarà presente anche il Corpo bandistico di Sona che accompagnerà il vescovo nel percorso di avvicinamento alla chiesa e durante alcuni momenti della celebrazione.

Al termine della S. Messa seguirà un momento di festa e di un breve saluto del vescovo che, nella seconda mattinata, dovrà presenziare alla manifestazione in piazza Brà per il 151° anniversario dalla fondazione delle Truppe Alpine.

L’occasione di questo anniversario porta con sé tre iniziative parrocchiali: La realizzazione di una pubblicazione con le immagini della pergamena riportante il verbale della consacrazione che sarà distribuita alla popolazione, uno speciale annullo filatelico su cartoline dedicate a ricordo dell’evento ed, infine, una medaglia commemorativa dell’anniversario della consacrazione che sarà benedetta dal vescovo e distribuita al termine della celebrazione.

Nato a Bussolengo il 16 agosto 1964, risiede dall’età di 5 anni a Sona (i primi 5 anni a Lugagnano). Sposato con due figli. Attivo nel mondo del volontariato fin dall’adolescenza, ha fatto anche esperienza di cooperazione sociale. È presidente dell’associazione Cav. Romani, socio Avis dal 1984 e di Pro Loco Sona dal 2012. Fa parte della redazione di Sona del Baco da Seta dal 2002. È tra gli ideatori del progetto Associazioni di Sona in rete attivato nel settembre 2014 e del progetto Giovani ed Associazioni attivato nel 2020.