Domenica il banchetto a Sona: a Natale regaliamo il “grazie” dei bambini del Madagascar

Dicembre si avvicina e con esso anche le nuove idee per il Natale. Quest’anno, però, sotto l’albero potreste far trovare ai vostri bambini, ai vostri famigliari o ai vostri amici un regalo speciale, qualcosa che non sia solo originale, ma che faccia anche del bene a qualcun altro. Un doppio regalo insomma!

La mattina e il tardo pomeriggio di domenica 27 novembre davanti alla Chiesa di Sona ci sarà l’occasione di poter acquistare prodotti artigianali provenienti dal Madagascar, un paese lontano, affascinante, ma ancora molto bisognoso di aiuto.

Un gruppo di giovani ragazze ha trasformato la propria esperienza di volontariato in Madagascar in un mercatino che sta toccando alcune piazze della provincia e che arriva nel nostro Comune per raccogliere fondi a sostegno di bambini affetti da malformazioni agli arti inferiori.

banchetti-madagascar-2Questi bambini sono nati con malformazioni a causa della malnutrizione delle loro mamme durante la gravidanza e trovano un aiuto essenziale nelle Suore Orsoline presenti con diverse comunità in Madagascar. Nel piccolo villaggio di Analaroa in cui ho vissuto per 50 giorniracconta Martina Vanzo, una nostra concittadina di Sonai bambini restano lontani dalle loro famiglie per un anno, per essere operati e poi assistiti nella riabilitazione. Le suore offrono loro cure gratuite, ospitalità, educazione e, grazie ad un progetto partito dalla comunità di Sant’Ambrogio di Valpolicella, oggi possono essere operati direttamente ad Analaroa, evitando così di dover viaggiare sulle strade accidentate che portano alla capitale, che potrebbero compromettere le operazioni.

Perché questa sala possa diventare operativa, però, c’è la necessità di recuperare fondi per la copertura di alcuni costi.

Per questo Martina e le altre ragazze che hanno fatto diretta esperienza di questa realtà hanno unito le forze per avverare il sogno di questi bambini e per essere loro vicini anche da lontano.

Un’iniziativa importante che tutti potrete sostenere acquistando i prodotti del Madagascar o lasciando un’offerta libera. A Natale quindi regaliamo un “Misaotra”, il grazie dei bambini del Madagascar.

Sul prossimo numero del Baco, in edicola da sabato 10 dicembre, non perdete poi l’intensa intervista che ci ha rilasciato Martina, nella quale racconta l’esperienza di volontariato vissuta in Africa.