Ascolta questo articolo

Domenica 25 maggio a Lugagnano il Gruppo Primavera festeggia un importante anniversario: i venticinque anni di prezioso servizio per tante famiglie del nostro Comune, e non solo. Nel “lontano” 1989 a Lugagnano era Curato don Bruno Zuccari (che sarà presente alla festa di domenica), sacerdote che in molti ricordano con affetto, il quale decise di voler fare di più per la comunità, in particolar modo per i ragazzi con difficoltà (solo alcuni erano affetti da sindrome di Down) e le loro famiglie.

Quello che in pochi forse sanno è che don Bruno venne incalzato nella realizzazione di questo progetto da una docente di sostegno che all’epoca insegnava presso le scuole medie della frazione, la quale spinse affinché si creasse un gruppo capace di coinvolgere questi ragazzi. Fu così che don Bruno scelse di proporre questa nuova avventura ai giovani e giovanissimi che frequentavano gli incontri in parrocchia; questi accettarono e cominciarono a bussare alle porte delle famiglie interessate.

Trovati i volontari e le famiglie cooperanti bisognava solamente strutturare le attività e dare il via all’intero lavoro. Ma prima serviva un nome. Un nome che potesse rappresentare in qualche modo quello che i volontari volevano trasmettere. Venne scelto “Gruppo Primavera” con il riferimento esplicito alla stagione stessa della primavera, momento di rinascita, di nuova vita, di serenità e ultimo ma non meno importante era periodo in cui il gruppo si formò.

Iniziarono quindi gli incontri della domenica (una ogni mese): al mattino la Messa, poi attività per i ragazzi come decoupage, collage e altre tecniche per realizzare lavoretti delle festività, quindi pranzo tutti insieme e al pomeriggio escursioni all’aria aperta. Successivamente il gruppo entrò a far parte dell’allora Associazione ANSPI (oggi Associazione Noi) e divenne operativo anche a livello comunale grazie al prezioso sostegno fornito dall’assistente sociale Annamaria Righetto che tuttora collabora nel mantenere attivo il progetto.

Ad oggi il gruppo coinvolge la bellezza di tredici famiglie, tre delle quali sono “fuori” Lugagnano, ovvero provengono da Sona e Caselle. Il numero totale dei volontari invece ammonta a circa ventidue che poi si alternano a seconda delle esigenze e della possibilità di essere presenti.

E domenica quindi si terrà una grande festa per questi venticinque anni: giornata che inizierà con la messa e proseguirà poi con un pranzo comunitario presso gli impianti parrocchiali. Al Gruppo Primavera il Baco ha dedicato un ampio servizio sul numero in edicola in questi giorni.