Distribuzione del gas a Sona: il Comune sta operando per efficientare la rete ed informatizzare i processi

Il Comune di Sona è tra i pochi Comuni italiani che gestisce in economia il servizio di distribuzione gas; è infatti proprietario e distributore del gas sull’intera rete di Sona lunga ben 97 chilometri.

In questi ultimi anni sono stati condotti dall’Amministrazione e dall’ufficio comunale competente analisi approfondite dello stato dell’arte al fine di poter predisporre uno strumento di pianificazione degli interventi da mettere in atto per ottemperare ai continui obblighi normativi vigenti nella complessa ed impegnativa materia della distribuzione del gas.

È stato innanzitutto redatto uno stato di consistenza della rete necessario per lo svolgimento della futura gara ATEM (Ambiti Territoriali Minimi) ossia nuove regole che disciplinano l’organizzazione e l’affidamento delle concessioni del servizio di distribuzione del gas naturale attraverso una gara unica per i Comuni che fanno parte dello stesso ambito. L’azione determinante e propedeutica a tutte le successive azioni è stata il processo di informatizzazione attraverso appunto una piattaforma informatica e un continuo adeguamento e aggiornamento dati a beneficio dei cittadini per non incorrere in errori contabili.

“Il reperimento di dati, informazioni, documenti e le attività realizzate – spiega l’Assessore Elena Catalano – servono ad assicurare sempre le condizioni per un servizio efficiente, efficace, rispondente all’interesse pubblico e al buon andamento. Si è provveduto quindi ad eseguire una mappatura aggiornata delle reti gas di media e bassa pressione e, per adeguarci alle disposizioni dell’ARERA Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, sono state intrapresi molteplici interventi tra cui il ripristino del telecontrollo delle cabine di primo salto La Merla e Castagnaro e lavori di messa a norma degli impianti elettrici e di riduzione della pressione e misura del gas, oltre alla redazione delle relative schede tecniche”.

“Abbiamo intrapreso altre importanti azioni al fine di arrivare alla determinazione degli investimenti da dichiarare nella valorizzazione della nostra rete gas attraverso il supporto di figure tecniche specializzate in grado di supportare il nostro ufficio comunale del gas. La protezione catodica ne è un esempio. Consiste in una tecnica elettrochimica di salvaguardia dalla corrosione di strutture metalliche esposte ad un ambiente elettrolitico, dovuto ad esempio a correnti vaganti nel terreno, che può essere aggressivo nei confronti del metallo, per prevenire questi inconvenienti stiamo predisponendo un potenziamento del sistema di protezione catodica attualmente esistente”.

“Dato poi l’obbligo da deliberazione ARERA riguardante la messa in servizio dei misuratori finali di tipo smart meter, tecnologia che permette di rilevare in maniera automatica e da remoto i consumi giornalieri delle utenze – prosegue l’Assessore Catalano -, stiamo procedendo al graduale ammodernamento dei misuratori finali superiori alla classe G6, ossia a quella tipologia di contatori relativi ad utenze con consumi molto elevati come quelli industriali, scolastici, di impianti sportivi. Ad oggi dal 2017 ne possiamo contare attivi 49 e altri sono in programma.”

“Il tema della sicurezza è strettamente collegato a quello dell’efficienza – conclude l’Assessore Elena Catalano –: laddove una rete che distribuisce gas è efficiente, è anche sicura. Le attività di monitoraggio, come ad esempio l’ispezione programmata del 100% annuo delle reti di distribuzione del gas al fine di identificare eventuali fughe come anche la continua rilevazione del grado di odorizzazione, non dimentichiamo infatti che il gas naturale è completamente inodore e deve essere di conseguenza odorizzato nelle giuste percentuali per essere facilmente identificato in caso di emissione incontrollata, e ammodernamento delle infrastrutture della rete di distribuzione sono determinanti. L’innovazione tecnologica, la gestione delle emergenze e il ripristino delle normali condizioni di servizio nel minor tempo possibile sono obiettivi da non trascurare”.

La Redazione

About La Redazione

Il Baco da Seta nasce del 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews

Related posts