Discarica Siberie: il Consiglio comunale di Sommacampagna vota alcuni interventi all’unanimità

Foto aerea della discarica Siberie.

Si è tenuto ieri lunedì 28 novembre la seduta del Consiglio Comunale di Sommacampagna che aveva all’ordine del giorno anche una mozione delle forze di minoranza sulla discarica Siberie, posizionata tra Caselle e Lugagnano, che da tempo è fonte di grandi malumori per gli odori che da quel sito si sprigionano.

Le minoranze riunite proponevano che il Consiglio Comunale impegnasse la Giunta di Sommacampagna a nominare un tecnico specializzato nel settore ambientale, indipendente da HerAmbiente, condiviso dall’intero Consiglio, compresa la Minoranza, che tutelasse gli interessi dei cittadini e che effettuasse, a spese del Comune, delle indagini sugli odori per qualificarne esattamente la provenienza e l’entità indipendentemente da HerAmbiente.

I Consiglieri di minoranza di Sommacampagna chiedevano anche che l’Amministrazione comunale identificasse soluzioni per abbattere in maniera sensibile, nell’immediato, la produzione di odore (ad esempio, stoccaggio di CER putrescibili in zone delimitate e l’immediata copertura o, se possibile, blocco del conferimento di CER putrescibili).

La discussione si è protratta per quasi due ore e alla fine la mozione è stata approvata all’unanimità, da maggioranza e minoranza, con un emendamento sul controllo del terriccio di copertura.

In sostanza – spiega al Baco la Consigliera comunale Luisa Galeoto del Movimento 5 Stelle, una delle firmatarie della mozione – verranno condotte indagini analitiche per qualificare e quantificare gli odori, verrà nominato un tecnico che dovrà studiare soluzioni applicabili e verranno effettuati controlli sulla copertura dei rifiuti a fine giornata.

Sono molto soddisfatta per l’approvazione all’unanimità della nostra mozione. La sala era piena di cittadini che volevano informazioni, finalmente ne hanno avute. Ora mi auguro che alle intenzioni seguano i fatti, e velocemente.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews