Da venerdì 6 agosto entra in vigore il green pass: Una breve guida con tutte le regole

Da venerdì 6 agosto entra in vigore in tutta Italia il green pass. Di seguito pubblichiamo una veloce ma completa guida per orientarsi con facilità nel suo uso.

Cos’è il green pass?

Il green pass è costituito da un QR Code, che può essere stampato su carta o conservato in formato digitale sul proprio smartphone. Deve essere esibito per il controllo alle persone autorizzate.

Dove per entrare è obbligatorio il green pass?

Il green pass serve dal 6 agosto agli over 12 in zona bianca per l’accesso a eventi sportivi, fiere, congressi, musei, parchi tematici e di divertimento, centri termali, sale bingo e casinò, teatri, cinema, concerti, concorsi pubblici. Ma anche per sedersi ai tavoli al chiuso di bar e ristoranti. Non è invece necessario per consumare al bancone e neppure all’aperto. E necessario per entrare anche in piscine, palestre, sport di squadra, centri benessere, limitatamente alle attività al chiuso. Ricordiamo che il green pass è già necessario per partecipare a feste di nozze, visitare parenti nelle residenze per anziani e accedere alle sale d’attesa dei pronto soccorso e consente anche di entrare nei reparti ospedalieri per far visita ai familiari ricoverati.

L’avviso apparso in questi giorni sulla pagina Facebook dell’Ossario di Custoza.

Sono necessarie due dosi di vaccino per avere il green pass?

Il green pass per accedere a ristoranti, teatri, cinema, piscine e alle altre attività ed eventi elencati nel punto precedente è valido per chi abbia avuto almeno una dose di vaccino.

Chi sono i soggetti che posso chiedere l’esibizione del green pass?

Gli unici soggetti autorizzati a chiedere l’esibizione del green pass sono:

  • i pubblici ufficiali.
  • il personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi iscritto in apposito elenco.
  • i titolari, o loro delegati, delle strutture recettive e dei pubblici esercizi per l’accesso ai quali è prescritto il possesso di certificazione verde Covid-19.
  • il proprietario o il legittimo detentore, o loro delegati, di luoghi o locali presso i quali si svolgono eventi e attività per partecipare ai quali è prescritto il possesso della certificazione verde.
  • i gestori, o loro delegati, delle strutture che erogano prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali per l’accesso alle quali in qualità di visitatori sia prescritto il possesso della certificazione.
L’avviso pubblicato sulla pagina Facebook del parco Natura Viva di Pastrengo.

Come si ottiene il green pass

Il green pass si ottiene in presenza di una di queste tre condizioni, alternative tra loro:

  1. Aver avuto il Covid ed esserne guariti: in questo caso in certificato avrà validità di sei mesi a decorrere dalla data di emissione;
  2. Aver effettuato un tampone rapido o molecolare risultato negativo nelle 48 ore precedenti l’utilizzo del certificato: in questo caso la validità è limitata all’evento per cui viene esibito;
  3. Aver ricevuto almeno una dose di vaccino. In questo caso il pass si ottiene dopo quindici giorni dalla prima dose, o immediatamente dopo la seconda, ed ha validità di nove mesi a partire dalla seconda dose.

Cliccando qui è possibile scaricare la app ufficiale per la verifica della validità del green pass tramite lettura del QR code.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews