Da Prò-Vida un mezzo a nove posti per l’Associazione A.MI.CO. di Sona, servirà per il trasporto di persone disabili

Dall’Associazione Pró-Vida-Centrale delle Decime d’Italia arriverà un mezzo per l’Associazione A.MI.CO. di Sona. Avrà nove posti, di cui uno attrezzato per la sedia a rotelle, e servirà per il trasporto di persone disabili, anziane o con difficoltà di deambulazione verso strutture ospedaliere e riabilitative, ma anche per l’accompagnamento ad attività ricreative.

L’assegnazione della donazione è avvenuta, tramite un attestato, nel corso di una cerimonia ufficiale che si è tenuta nella sede di Pró-Vida, in via Chioda a Verona.

La consegna avverrà una volta che le procedure burocratiche e di acquisto saranno concluse, quindi plausibilmente tra qualche mese. Durante la stessa cerimonia sono stati assegnati anche un mezzo all’Auser di Cerea, un mezzo all’Abeo e una canoa attrezzata per disabili al canottaggio di Bardolino.

L’iter che ha portato alla donazione è durato un paio d’anni, come spiega Luigi Zampese dell’Associazione A.MI.CO.: “Abbiamo fatto domanda su consiglio di Alfredo Cottini del Sos, associazione che aveva ricevuto una donazione dalla Centrale delle Decime nel 2009 per l’acquisto di un ambulanza. A metà del 2017 abbiamo iniziato con la raccolta della documentazione. Sono poi seguiti incontri e colloqui, fino alla cerimonia ufficiale che ha sancito la donazione. Soprattutto nella fase inziale del percorso abbiamo avuto anche il supporto del Sindaco Gianluigi Mazzi, presente anche alla cerimonia, e dell’allora Vicesindaco e Assessore al sociale Simone Caltagirone”.

Zampese sottolinea quanto sia importante questa donazione per l’Associazione A.MI.CO, che rappresenta una delle colonne portanti del servizio di trasporto sociale attivato dal Comune di Sona: “Abbiamo già un Ducato di oltre dieci anni – spiega -, su cui non possiamo fare completo affidamento perché ha la sua età e necessita di continua manutenzione. Quindi abbiamo davvero bisogno di un nuovo mezzo”.

Federica Valbusa

About Federica Valbusa

Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura fin da quando era bambina. Ha iniziato a scrivere per Il Baco da Seta nel 2005, all’età di 17 anni. Dopo la maturità classica, ha conseguito la laurea triennale in Filosofia e la laurea magistrale in Scienze filosofiche presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dal febbraio del 2011 è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco dei pubblicisti, del Veneto e da qualche anno è collaboratrice del quotidiano L’Arena.

Related posts