Da Lush alla Grande Mela un fine settimana per conoscere e sostenere Diversamente in Danza

Diversamente in Danza è un gruppo di danzatori normodotati e diversamente abili. Lo scopo del gruppo è di avvicinare persone diversamente abili al linguaggio della danza, ma anche di sensibilizzare al tema della disabilità chi partecipa ed è attivo nel mondo artistico..

Sabato 5 e domenica 6 maggio il negozio Lush al piano terra della Grande Mela e in piazza Bra ospiterà l’impresa sociale Diversamente in Danza; durante questo fine settimana il ricavato della vendita della crema Charity Pot (al netto dell’IVA) verrà destinato al gruppo coreutico.

Un’occasione, quindi, che permette a tutti di conoscere Diversamente in Danza e le sue numerose attività, e dare un contributo ad una realtà senza scopo di lucro acquistando una crema che fa bene alla propria pelle.

Il gruppo di danzatori è nato a Lugagnano quindici anni fa da un’idea di Giorgia Panetto, che abbiamo già intervistato in qualche numero passato della nostra rivista. Diversamente in Danza oggi conta circa un centinaio di ballerini e ballerine di tutte le età ed è diviso in quattro sottogruppi (Lugagnano, Grezzana, Colognola e Fumane).

Recentemente abbiamo intervistato anche Federica Brutti di Lugagnano, che ci ha raccontato il suo lavoro e la sua passione per la danza, e i numerosi eventi a cui Diversamente in Danza ha partecipato durante il 2016.

Per rimanere aggiornati sulle attività ed i futuri spettacoli di Diversamente in Danza, vi invitiamo a visitare la pagina Facebook dell’impresa sociale e seguirla sul profilo Instagram.

 

Articolo precedente“Attenzione a quel palo della luce in val di Sona!”, una segnalazione dal territorio
Articolo successivoElezioni a Sona: il PD si presenta con una lista Civica in appoggio al candidato Sindaco Moletta
Nato nel 1994 e residente a Lugagnano, scrive per il Baco dal 2013. Con l'impronta del liceo classico e due lauree in economia, ora lavora con numeri e bilanci presso una società di revisione. Nel (poco) tempo libero segue con passione la politica e la finanza e non manca al suo inderogabile appuntamento con i nuovi film al cinema (almeno) due volte a settimana. E' giornalista pubblicista iscritto all'ordine dei giornalisti del Veneto.