Creare gruppi di “Controllo del vicinato” per la sicurezza di case e strade? Giovedì un incontro spiega come

Il tema della sicurezza e dei troppi furti nelle case è purtroppo molto sentito anche nel nostro Comune.

Un’idea per provare a porre un argine a questo fenomeno arriva con una proposta che viene presentata dall’Associazione Controllo del Vicinato, con la collaborazione del Comune di Sona, giovedì 23 marzo in sala del Consiglio a Sona.

Tema della sera è proprio quello di informare sulla possibilità di costituire gruppi di “Controllo del vicinato”. Nella convinzione che “il miglior antifurto è il tuo vicino!”.

Ma cos’è il “Controllo del vicinato”? Nasce negli Stati Uniti negli anni 60’/70’ e arriva in Europa nel 1982. Sono circa dieci milioni le famiglie che finora hanno aderito al progetto. Il Programma prevede l’auto-organizzazione tra vicini per controllare l’area intorno alle proprie abitazioni. L’attività dei gruppi di “Controllo del Vicinato” è segnalata da appositi cartelli che hanno lo scopo di comunicare a chiunque passi nell’area che la sua presenza non passerà inosservata e che il vicinato è attento e consapevole a ciò che avviene all’interno della propria area.

Dove il programma di Controllo del Vicinato è attivo – spiegano gli organizzatori – i molti occhi dei residenti sugli spazi pubblici e privati rappresentano un deterrente contro i furti nelle case e un disincentivo ad altre forme di microcriminalità come graffiti, scippi, truffe, vandalismi, ecc. Il programma prevede, oltre alla sorveglianza della propria area, l’individuazione delle vulnerabilità ambientali e comportamentali che rappresentano sempre delle opportunità per gli autori di reato. La collaborazione e la fiducia tra vicini sono fondamentali affinché si instauri un clima di sicurezza che sarà percepito da tutti i residenti e particolarmente dalle fasce più vulnerabili, come anziani e bambini. Il senso di vicinanza tra residenti e la certezza che i nostri vicini non resteranno chiusi in casa di fronte ad un’emergenza, trasmetteranno un forte senso di appartenenza rafforzando i legami tra i membri della comunità. Anche le Forze dell’Ordine beneficiano dei risultati di questo Programma. Un dialogo continuo e sensibile tra Forze dell’Ordine e residenti produce una migliore qualità delle segnalazioni da parte di questi ultimi.

L’Associazione Controllo del Vicinato è composta da una rete nazionale di volontari e specialisti volontari. Fornisce, a titolo gratuito, consulenza e supporto ai gruppi di Controllo del Vicinato già costituiti e in via di costituzione, alle Amministrazioni comunali che intendono promuovere progetti di sicurezza residenziale nel proprio territorio, alle Polizie Locali e ai privati cittadini che intendono familiarizzare con il Programma di Controllo del Vicinato.

L’Associazione mette a disposizione materiale informativo, brochure da utilizzare in assemblee pubbliche, incontri privati e condominiali, adesivi e spillette del Controllo del Vicinato, supporto al lancio di progetti di Controllo del Vicinato , formazione e manualistica.

Come si diceva l’incontro si tiene giovedì 23 marzo in sala del Consiglio a Sona con inizio alle ore 20.45.

Riccardo Chesini

About Riccardo Chesini

Nato a Negrar il 18 novembre 1995, si è diplomato nel 2014 al liceo classico Scipione Maffei di Verona. Ha conseguito nel 2019 il diploma tradizionale in pianoforte presso il conservatorio di musica E.F. Dall’Abaco di Verona. Collabora con Il Baco da Seta dal 2014.

Related posts