Dopo un mese dall’inizio delle rilevazioni della seconda ondata della pandemia a Sona in rapporto al territorio veronese, possiamo dire che stiamo assistendo ad un andamento delle curve degli indicatori leggermente diverso da quello a cui ci eravamo abituati nella prima ondata.

Ricordiamo che, per confrontare i numeri nelle diverse aree geografiche di riferimento, occorre trovare un indicatore che misuri nello stesso modo, su tutti i territori, il medesimo fenomeno.

L’indicatore che abbiamo costruito per cercare di cogliere l’andamento dell’epidemia è quello di rapportare il numero delle persone contagiose al virus, segnalate dalle autorità competenti, alla popolazione residente definita dall’ISTAT (Popolazione residente/Numero Persone positive).

Più questo valore si abbassa e più il virus circola nel territorio di riferimento; a mano a mano che la situazione migliora, l’indicatore si alza e, conseguentemente, vedremo alzarsi le linee che, nei grafici, rappresentano l’andamento dei contagi.

Questa la tabella che riepiloga i dati raccolti per i Comuni abitualmente compresi nelle nostre elaborazioni.

Questa, invece, la tabella e il grafico che mostrano l’andamento dell’epidemia a Sona e nei Comuni limitrofi.

Tendenzialmente Sona e i territori limitrofi presentano curve di contagio molto simili (come andamento nel tempo); per Sona, tuttavia, rimane sempre un indicatore più basso rispetto alle medie e, escludendo Sommacampagna, a quello degli altri territori di riferimento.

Peraltro, se guardiamo oltre i Comuni limitrofi e cerchiamo di capire come si sta muovendo il virus, ci accorgiamo che le curve dei contagi non sono sempre lineari.

Quello che si nota, leggendo i dati per singolo Comune, è un marcato scostamento, in alto o in basso, rispetto ai dati del giorno precedente. Questo si può vedere un po’ in tutti i Comuni con più di 15mila abitanti (ad esempio, si prenda la curva di Zevio come evidenza di quanto enunciato).

Fra i Comuni con più di 15mila abitanti San Martino Buon Albergo si segnala per un andamento positivo dell’epidemia, in quel territorio la situazione, in questi ultimi giorni, è sicuramente migliorata. Cerea e Legnago, invece, manifestano una tendenza ad una maggiore presenza del virus.

Da cosa può dipendere questo tipo di curva? È difficile dare una risposta definitiva a questa domanda. Sicuramente nel tempo si sono “moltiplicati” i punti di esecuzione dei tamponi e questo, se, da un lato, ci offre una certa garanzia di assistenza e tempestività degli interventi richiesti all’insorgere della malattia, dall’altro presta il fianco a maggiori difficoltà nella gestione e veicolazione delle informazioni.

Oltre ai medici, agli infermieri e a tutti coloro che operano nel settore sanitario a “contatto” col paziente, esistono anche coloro che hanno il compito di raccogliere, classificare e divulgare le informazioni: non è un lavoro semplice e, all’aumentare dei punti di rilevazione, aumentano anche le difficoltà che si incontrano per rendere omogenei e comprensibili i dati raccolti.

La tabella e il grafico che seguono, evidenziano l’andamento dell’epidemia con riferimento al comune di Verona, di Sona e alla media provinciale.

Come si può agevolmente vedere dal grafico, il territorio di Verona, si posiziona sopra la media dei contagi provinciali e questo significa che, in questo periodo, il virus circola di più in provincia che in città.

Infine, per meglio illustrare l’andamento dei dati che vengono raccolti evidenziamo ora una tabella che riassume, dall’inizio del mese, i dati raccolti a livello provinciale e l’incremento numerico sul giorno precedente.

In questi ultimi giorni, l’incremento più alto si è avuto il 7 novembre, l’incremento minore il 10 novembre; negli ultimi giorni, dopo le notevoli fluttuazioni dei giorni precedenti, il dato sembra essersi attestato intorno ai 130 casi provinciali.

Per concludere, segnaliamo che ieri, rispetto al giorno precedente, il numero dei positivi è sceso in 32 Comuni e in altri 12 Comuni il numero è rimasto invariato, tutti ci auguriamo che questa tendenza sia rispettata anche nei prossimi giorni.

Trovate tutte le notizie aggiornate e verificate sulla situazione della pandemia Covid nel Comune di Sona nella sezione speciale del sito del Baco.