Covid: Il Veneto è in zona gialla, ecco cosa si può fare e cosa non fare

Sona con tutto il Veneto è stata inserita questa sera, dopo una nottata e una giornata convulsa, tra le regioni a colore giallo (precedentemente definito “verde”, poi mutato in giallo per dare più forte l’idea che esiste comunque un’emergenza sanitaria da tenere sotto controllo).

Il nuovo DPCM firmato la scorsa notte entra in vigore venerdì 6 novembre e le misure restrittive avranno durata fino a giovedì 3 dicembre.

Cosa comporta nella pratica per la vita dei cittadini essere una regione gialla? Proviamo a riepilogarlo.

Durante la giornata per i veneti non ci sono limiti di spostamento sul territorio, anche oltre il proprio Comune. Alle 22 scatta il coprifuoco che dura fino alle 5 del mattino. Dopo le 22 e fino alle 5 è consentito uscire solo per “comprovate esigenze”, dunque motivi di lavoro, salute e emergenze, utilizzando l’autocertificazione (scaricala qui).

E’ consentito andare al bar e al ristorante fino alle 18. Dopo tale ora è possibile la consegna a domicilio e fino alle 22 si può prendere cibo da asporto ma non si può consumarlo nelle adiacenze del rivenditore o all’aperto.

Restano aperti tutti i negozi e gli esercizi. Ma possiamo andare nei centri commerciali? Sì, ma solo fino al venerdì in quanto nel fine settimana e nei giorni festivi sono chiusi. Sui mezzi di trasporto pubblico la capienza massima sarà del 50% e sono chiusi i corner scommesse e giochi nei bar e nelle tabaccherie.

Valgono invece per tutte le regioni (rosse, arancioni e gialle) le regole del coprifuoco dalle 22 alle 5, come si diceva, e della didattica a distanza al 100% per gli studenti delle superiori. Nelle regioni rosse restano aperti solo nidi, le scuole per l’infanzia, le elementari e le prime medie. Invece nelle regioni gialle e arancioni restano in presenza nidi, le scuole elementari e tutti i tre anni delle medie.

Trovate tutte le notizie aggiornate e verificate sulla situazione della pandemia Covid nel Comune di Sona nella sezione speciale del sito del Baco.