Covid. Da lunedì stop al distanziamento di un metro e capienza al 100% per cinema, teatri e musei. Discoteche al 50%

Vaccino, green pass e mascherina e l’Italia torna finalmente ad aprirsi anche al cinema, al teatro, al museo, allo stadio ed in discoteca. E decade pure l’obbligo del distanziamento interpersonale di un metro che tanto ha segnato le nostre vite dal marzo 2020.

Questo è quanto viene previsto dal decreto approvato ieri dal Governo, in vigore da lunedì prossimo 11 ottobre, alla luce del raggiungimento dell’80 per cento di popolazione immunizzata, del fatto che la riapertura delle scuole non ha portato il temuto aumento dei contagi e della curva dell’epidemia che continua a scendere in tutta Italia.

Da lunedì, quindi, si torna a quasi una vita pre Covid, almeno per chi ha il green pass. Infatti, controlli adeguati e multe per chi non ha il pass verde o non segue le regole sono gli strumenti con cui il governo gestirà la nuova fase delle riaperture.

Quindi capienza al 100% a cinema e a teatro, nelle sale concerti e luoghi di cultura al chiuso, ovviamente sempre con mascherina e green pass. Addio al distanziamento anche nei musei e alle mostre dove già la capienza era stata portata al completo.

Novità anche per le discoteche, che possono riaprire al chiuso con il 50% delle presenze. Nei palazzetti dello sport la capienza viene portata al 60% mentre resta al 75% negli stadi.

Articolo precedenteLa musica che gira intorno: L’Arena di Verona canta e balla
Articolo successivoCovid. Venerdì 8 ottobre a Sona 1 positivo in più. In tutto il veronese sono solo 28 i ricoverati per il virus
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews