Ascolta questo articolo

Negli scorsi giorni abbiamo ricevute molte segnalazioni e molti messaggi da cittadini di Lugagnano che ci informavano che presso le scuole della frazione, sia alle elementari che alle medie, ai bambini era stato impedito di bere acqua dai rubinetti.

Ad esempio un lettore ci ha scritto questo messaggio: “Oggi alle scuole elementari hanno attaccato i cartelli su tutti i rubinetti con scritto non bere, acqua non potabile, e domani le maestre hanno detto ai bambini di portarsi l’acqua da casa. Ma allora quest’acqua è potabile o no? Qualcuno è in grado di rispondere, perchè se non è potabile alle scuole non lo è neanche a casa!”. Il problema era già affiorato alcuni giorni fa, ma dal Comune erano arrivate rassicurazioni sul fatto che le analisi fossero nella norma.

La Dirigente della scuola di Lugagnano, Dottoressa Cattaneo, interpellata giovedì mattina dal Baco su questo argomento aveva spiegato di non aver avuto comunicazioni ufficiali dal Comune“Il 25 febbraio a scuola chiusa – ci aveva detto la Dirigente– ci è arrivata una e-mail dall’Architetto Vincenzi del Comune che così scriveva: ‘Acque Vive con nota pervenuta il 25.02.2013, prot. 4969 ha comunicato che le analisi microbiologiche sul campione d’acqua prelevato evidenziano il rispetto dei limiti imposti dal D. Lgs. 31/2001. In attesa delle analisi chimiche si consiglia di usare acqua in bottiglia, per uso esclusivamente alimentare,  fino a lunedì 04.03.2013’“.

“Successivamente – spiegava la Dottoressa Cattaneoho saputo che ieri sera il Sig. Biasi, tecnico del Comune, ha comunicato, in sede di incontro, che il primo esame dell’acqua a livello batteriologico è risultato negativo nel senso che l’acqua va bene, e che sono in attesa del secondo esame forse disponibile oggi o domani ma che quasi sicuramente sarà una conferma del primo esame”. 

“Stamattina quindi – terminava la Dirigente – ancora l’Arch. Vincenzi ci ha scritto via mail informandoci che ‘la comunicazione mail del 25.02.2013 si riferisce esclusivamente alla Scuola Elementare Silvio Pellico di Lugagnano e non alla Scuola Media’. Noi comunque abbiamo provveduto a non far bere l’acqua ai bambini e ai ragazzi delle scuole, e continueremo finchè non avremo una risposta sicura”. La Dirigente informa inoltre di aver scritto al Comune che “per i provvedimenti del caso restiamo in attesa della comunicazione ufficiale, di esclusiva competenza del Sindaco, per le famiglie, per la scuola e per la CIR”.

Nel pomeriggio del 28 febbraio, sul sito del Comune era apparso un comunicato a firma del Sindaco, ad oggetto “Potabilità acqua Scuola Elementare “S.Pellico” di Lugagnano”, che conferma quanto già dichiarato dalla Dirigente e sopra riportato.

Ecco cosa scrive il Sindaco Gualtiero Mazzi:

1- nella tarda mattinata del 21/02/2013 personale della cucina della scuola elementare “S. Pellico” di Lugagnano, ha comunicato telefonicamente agli uffici comunali la presenza di particelle biancastre nell’acqua ad uso potabile dell’impianto idrico. Il Responsabile del Settore Lavori Pubblici ha contattato Acque Veronesi per richiedere un sopralluogo immediato e prelevare un campione di acqua, ed ha effettuato personalmente un sopralluogo presso la scuola. Con comunicazione via e-mail ha inoltre informato la Dirigente dell’Istituto comprensivo di utilizzare acqua in bottiglia a scopo precauzionale, in attesa degli esiti delle analisi dei campioni d’acqua prelevati da Acque Veronesi.
2- In data 25/02/2013 Il Responsabile del Settore Lavori Pubblici comunicava via e-mail alla Dirigente dell’Istituto comprensivo che Acque Veronesi aveva trasmesso gli esiti degli esami microbiologici con nota pervenuta in pari data al prot.n. 4969, evidenziando “il rispetto dei limiti imposti dal D.Lgs n. 31/2001”, inoltre comunicava di essere in attesa delle analisi chimiche e consigliava in via precauzionale di usare acqua in bottiglia fino a lunedì 04.03.2013.
3- In data 28/02/2013 Il Responsabile del Settore Lavori Pubblici, infine, ha precisato via email alla Dirigente dell’Istituto Comprensivo che le note precedenti riguardano esclusivamente la Scuola elementare “S.Pellico” di Lugagnano e non la scuola media.

Questi, e solo questi, sono i fatti.

Molto attivo per risolvere la questione negli scorsi giorni è stato l’Assessore Maurizio Moletta. L’Arena racconta che è stato lui, dopo aver sentito vigili, tecnici del Comune e il Segretario Comunale, a volere – in accordo con il Sindaco Gualtiero Mazzi – che fosse pubblicato l’avviso sul sito, per dare comunicazione alla cittadinanza dello stato delle cose.

Finalmente ieri venerdì 1 marzo Acque Veronesi ha chiuso la questione certificando che non ci sono problemi per l’acqua: dalle analisi chimiche risulta infatti che i valori sono nella norma. Forse le impurità notate nell’acqua della scuola erano causate da un riduttore di pressione pieno di calcare. Quindi acqua potabile, per tutti.