Corte Salvi: scomparso a 88 anni Luigi Nino Biasi, leggenda dello sport veronese

Con i funerali di ieri a San Massimo si è chiusa ad 88 anni la parabola terrena di una vera leggenda dello sport veronese: Luigi Nino Biasi.

Biasi è stato indiscutibilmente il creatore della favola sportiva di Corte Salvi, la squadra mitica del tamburello veronese. Con la maglia di Corte Salvi Luigi Nino ha vinto due scudetti nazionali e ben otto secondi posti, divenendo l’icona di una squadra che detiene il record di trenta partecipazioni consecutive al campionato di massima serie.

Oltre che da giocatore, Biasi – affettuosamente chiamato “el Vecio” – si è distinto anche per la capacità di scoprire e poi allevare giovani campioni, che come lui si sono poi fatti strada nel panorama del tamburello nazionale.

“Il Nino non aveva figli – commentano dall’AT Salvi Tamburello – ma ai Salvi eravamo tutti un po’ figli suoi, indimenticabili le tante domeniche pomeriggio dove lui si metteva a giocare con noi ragazzini, i suoi meravigliosi commenti a seguito dei nostri fallacci: “con tuto el campo che ghè”, “con la sinistra magna el gelato” ecc. Sono ricordi indelebili che chi ha avuto la fortuna di giocare ai Salvi sicuramente porterà con sé per sempre. Nel bellissimo campo del Salvi c’è un gigantesco Pirlar e siamo sicuri, Nino, che tu sarai sempre lì, a vedere e tifare per il tuo Salvi. Grazie per tutto quello che hai dato a noi ed al mondo del tamburello”.

Le foto del servizio sono di Davide Rudari.

La Redazione

About La Redazione

Il Baco da Seta nasce del 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews

Related posts