Ascolta questo articolo

Come nelle settimane appena trascorse, anche oggi presentiamo i numeri del contagio Covid-19 nel Comune di Sona, con i dati aggiornati al 27 aprile. Tutte le considerazioni che abbiamo evidenziato negli articoli precedenti sono valide anche per questo articolo per cui non ci dilungheremo in presentazioni del lavoro già fatto che è sempre consultabile su questo sito.

Ricordiamo solo che i numeri che ci vengono forniti giornalmente sono quelli dei “Pazienti Attualmente Positivi” al Coronavirus e quindi potenzialmente infettivi.

Volendo visualizzare in un unico grafico i dati di Sona e dei Comuni limitrofi, ci accorgiamo che la curva dei contagi si è sostanzialmente stabilizzata. Il Comune di Sona, comunque, considerati appunto i Comuni limitrofi è quello che presenta il rapporto Residenti/Attualmente positivi più alto; in altre parole Sona è il Comune dove il virus è meno presente rispetto alla popolazione residente.

Il grafico ci indica anche che in questi ultimi giorni il numero maggiore di contagi rilevati si è avuto a Castelnuovo del Garda.

Questa la tabella analitica con gli indicatori calcolati giorno per giorno.

Anche con riguardo alle medie degli ultimi 15 giorni dei Comuni limitrofi, dei Comuni con più di 15mila abitanti e della media provinciale, possiamo affermare che il contagio si è sostanzialmente stabilizzato e, nel nostro Comune oggi la situazione è migliore rispetto anche alla media provinciale.

Se analizziamo l’andamento dell’epidemia nei Comuni con più di 15mila abitanti, vediamo che la linea di Sona corre leggermente più alta della media.

È interessante il caso di Cerea che si mantiene costantemente con un rapporto “popolazione residente”/“persone attualmente positive” migliore della media e del medesimo rapporto evidenziato per gli altri Comuni.

Recentemente alcuni media hanno pubblicato articoli dove si mette in relazione il contagio da coronavirus con l’inquinamento atmosferico e con la densità di popolazione. Abbiamo provato anche noi a suddividere la nostra provincia in base alla densità abitativa (rapporto Kmq/abitanti). I dati sono i seguenti (si tratta di una fotografia dell’epidemia “scattata” al 26 aprile e quindi non ci sono curve, linee o altri indicatori se non il numero dei pazienti “attualmente positivi” in rapporto alla popolazione residente x kmq). Questo “nostro indicatore” ci dice che ad essere maggiormente colpiti dal coronavirus sono i Comuni che hanno una densità abitativa che va da 501 a 1000 abitanti (1 “attualmente positivo” ogni 229,9 abitanti), seguiti dai Comuni con una densità abitativa che va da 101 a 200 abitanti (1 “attualmente positivo” ogni 277,3 abitanti).

In questa particolare tabella Sona è compresa fra i Comuni da 401 a 500 abitanti per kmq e, come si vede dal prospetto, il suo “indice” è molto simile alla media degli altri Comuni con la medesima classe di densità di popolazione.

La stessa tabella si può esprimere con questo grafico:

Abbiamo riflettuto prima di decidere se pubblicare o meno queste tabelle e alla fine, abbiamo deciso di pubblicarle perché non solo si deve fare molta attenzione alle notizie false (fake news), ma occorre fare estrema attenzione anche alla completezza dei dati pubblicati. Tabelle di questo tipo potrebbero essere prese in considerazione per sviluppare strategie di difesa dalla malattia solo se il territorio di riferimento è conosciuto nei dettagli. In questa particolare elaborazione, infatti, è molto importante il luogo (inteso come comunità) dove la malattia si è manifestata.

Esempio. Nella fascia di Comuni che presentano una densità abitativa da 101 a 200 Ab. x Kmq vi sono realtà nelle quali ci sono stati numerosi casi di contagio in comunità molto circoscritte (case di riposo in primis) che, ovviamente, possono alterare significativamente le medie. Se in tale fascia (che comprende 34 Comuni) escludiamo i tre Comuni dove è certo che sono state colpite dal virus alcune strutture di vita comunitaria gli indici sono molto diversi. Nel caso in esame si passa da 1 contagiato “attualmente positivo” ogni 277,3 abitanti a 1 contagiato “attualmente positivo” ogni 393,7 abitanti.

In altre parole, quindi, la densità di popolazione non è un dato che, preso da solo, può giustificare una maggiore o minore incidenza dell’epidemia nella popolazione. Attenzione quindi, l’informazione parziale relativa alla densità di popolazione, non è una fake news, è una informazione vera, ma non completa e quindi non deve essere mai presa in valore assoluto, e deve essere sempre ponderata con ragionevolezza (anche quando viene da fonti attendibili).

Paradossalmente è, a nostro parere, più significativa l’elaborazione che abbiamo presentato nell’articolo precedente e che si basava sulla suddivisione dei Comuni del veronese in base al loro CAP: quei dati ci dicono che non è stata la vicinanza alla provincia di Brescia la causa prima dell’esplosione dell’epidemia, se fosse ancora possibile (e utile) ricercare una causa dell’esplosione del corona virus nella nostra provincia, questa non crediamo che vada cercata in quella direzione.

Trovate tutte le notizie aggiornate e verificate sulla situazione del coronavirus nel Comune di Sona nella sezione speciale del sito del Baco.