Coronavirus: proseguono gli interventi della Protezione Civile di Sona a sostegno della popolazione

Ascolta questo articolo

Per fare il punto della situazione sul territorio, siamo tornati a parlare con l’Assessore alla Protezione Civile di Sona Gianfranco Dalla Valentina (nella foto), il quale come sempre ci ha offerto la sua testimonianza diretta (sia da organizzatore, che come volontario in prima persona) riguardo le attività che i volontari della Protezione Civile-SOS di Sona, coadiuvati dagli Alpini e dagli Scout, stanno portando avanti in questo ultimo periodo.

“L’Amministrazione Comunale ha da poco provveduto per la terza volta consecutiva a rinnovare l’attivazione della Protezione Civile: si tratta di una procedura da effettuare mensilmente prevista dalla normativa nazionale, e che per legge non si può reiterare per più di tre volte. La scorsa settimanaspiega Dalla Valentina -, abbiamo organizzato e portato a termine in due giorni un secondo giro di consegna domiciliare delle mascherine, mobilitando 15 squadre formate da due volontari per il sabato, e altre 15 per la domenica. Il primo giorno abbiamo coperto le frazioni di Sona, San Giorgio e Palazzolo, mentre il giorno seguente abbiamo proseguito con Lugagnano. Siamo riusciti a consegnare 20mila mascherine che ci sono arrivate dalla Regione Veneto, raggiungendo tutti i cittadini del territorio comunale. Le modalità sono state le stesse della prima distribuzione: il materiale veniva recapitato all’ingresso, senza contatto diretto tra operatori e cittadini; ogni consegna veniva annotata su un registro, in modo tale da essere certi che la copertura fosse totale. Tutti gli altri servizi si sono ormai standardizzati e assestati su livelli che abbiamo imparato a gestire perfettamente”.

“Prosegue l’attività del centralino telefonico, che svolge un importante servizio di tipo informativo per la cittadinanza, ma anche di ascolto, di supporto psicologico ed eventualmente mette in comunicazione le situazioni di particolare difficoltà con i servizi sociali – indica l’Assessore alla Protezione Civile -. Continuano anche tutti i servizi di consegna domiciliare di spese, farmaci e pasti pronti. Da qualche settimana abbiamo anche cominciato a ricevere e ridistribuire le cosiddette ‘spese sospese’. Si tratta sostanzialmente di generi alimentari che ci vengono offerti grazie alla solidarietà dei cittadini. Noi non facciamo altro che raccoglierli all’interno della Sala Consiliare, momentaneamente adibita a magazzino, e riconsegnarli ai concittadini in stato di necessità, previa segnalazione dei servizi sociali. Con modalità simili, ci occupiamo anche della distribuzione dei buoni pasto”.

“Di recente – prosegue Dalla Valentina – ci siamo dotati di una macchina per la sanificazione degli ambienti: con questa abbiamo potuto trattare tutti i vari mezzi di trasporto coinvolti nei diversi servizi legati a questa situazione di emergenza. Abbiamo sanificato inoltre tutti gli ambulatori medici di proprietà del Comune e ci stiamo organizzando per arrivare a sanificare anche gli ambulatori medici privati sul nostro territorio”.

“Come ultima cosa – conclude l’Assessore Dalla Valentina -, ci tengo a far sapere che la Protezione Civile di Sona ha fatto avere ai medici di base del Comune tutta una serie di dispositivi di protezione individuale, che ci sono arrivati dalla Regione Veneto, e un saturimetro donatoci dall’Associazione ‘Il Dono’. Personalmente mi sento di fare un grande plauso a tutti i nostri volontari, che stanno svolgendo il loro servizio in maniera eccezionale.”

Ricordiamo il numero per mettersi in contatto con il centralino della Protezione Civile di Sona: 0456091290.

Trovate tutte le notizie aggiornate e verificate sulla situazione del coronavirus nel Comune di Sona nella sezione speciale del sito del Baco.