Coronavirus: Il Sindaco di Sona annulla eventi e attività delle associazioni fino al primo marzo

Si intensificano sul territorio del Comune di Sona i provvedimenti del Sindaco per limitare il potenziale rischio di contagio da coronavirus, in applicazione dell’ordinanza appena emanata ieri sera dal Ministro della Salute Roberto Speranza d’intesa con il Presidente dalla Regione Veneto Luca Zaia.

Sempre nella serata di ieri, infatti, il Sindaco Gianluigi Mazzi, dopo aver sentito le associazioni, ha provveduto all’annullamento o al rinvio delle manifestazioni in programma sul territorio.

Nello specifico sono annullati gli appuntamenti di SanGio al Fredo, prevista a San Giorgio in Salici il 29 febbraio e il 1 marzo, la Corsa podistica Montespada prevista il 1 marzo a Lugagnano, la serata culturale presso la Baita degli Alpini Lugagnano prevista per il 27 febbraio, la consegna alle eccellenze sportive e scolastiche previste per il 28 febbraio e un concerto presso il Club il Giardino previsto per il 29 febbraio.

“Ho già inoltre concordato – spiega il Sindaco Mazzi – la chiusura delle sale cinema presso il Centro della Grande Mela, la chiusura delle attività ricreative presso il Centro Anziani Baracca Friuli di Lugagnano, la sospensione degli allenamenti presso le società sportive, l’annullamento di tutte le attività didattiche svolte sul territorio, proposte anche da fattorie didattiche, associazioni, strutture private e aziende”.

Sono inoltre sospese le messe e le celebrazioni religiose fino al primo marzo, con l’eccezione dei funerali che si terranno però alla presenza solo degli stretti familiari.

“Si sottolinea – termina Mazzi – che nessun caso di Coronavirus è presente nella provincia di Verona e che quanto applicato vuole essere un’attività precauzionale svolta da parte di tutti i Comuni, compreso quello di Sona”.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews