Coronavirus a Sona: Ripartono gli sport di squadra e di contatto. E pure il tanto desiderato calcetto

Per i tantissimi appassionati che anche sul territorio sonese aspettavano questo momento, dopo l’emergenza coronavirus torna la possibilità di praticare anche gli sport di squadra e di contatto. Sono infatti state emanate le tanto attese linee di indirizzo.

L’accesso alla sede dell’attività sportiva (sede dell’allenamento o della gara) deve avvenire solo in assenza di sintomi (come febbre, tosse, difficoltà respiratoria, alterazione di gusto e olfatto) per un periodo precedente l’attività pari almeno a 3 giorni. Inoltre, all’accesso dovrà essere rilevata la temperatura corporea: in caso di temperatura superiore 37.5 °C non sarà consentito l’accesso.

Per i comportamenti da tenere, le linee guida chiedono una corretta prassi igienica individuale (frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti; starnutire/tossire evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie; non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; non condividere borracce, bottiglie, bicchieri), il mantenimento della distanza interpersonale minima di almeno 1 metro in caso di assenza di attività fisica e, per tutti i momenti in cui la disciplina sportiva lo consente, di almeno 2 metri durante l’attività fisica, fatta eccezione per le attività di contatto.

Inoltre tutti gli indumenti e oggetti personali devono essere riposti dentro la borsa personale, anche qualora depositati negli appositi armadietti.

Infine, in merito al ricambio d’aria negli ambienti interni, dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria esterna secondo le normative vigenti. In ogni caso, l’affollamento deve essere correlato alle portate effettive di aria esterna.

Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. Se tecnicamente possibile, va anche aumentata la capacità filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria.

Una bella notizia, quindi, per le tante società sportive del nostro territorio. E anche per i numerosi appassionati di calcetto. Buon gioco e buon divertimento a tutti, finalmente.

Non perdete il numero speciale del Baco tutto dedicato ai durissimi mesi del COVID-19 a Sona, con inchieste, approfondimenti, interviste e tantissime foto. In edicola e nei punti di distribuzione da sabato 27 giugno, imperdibile.

Trovate tutte le notizie aggiornate e verificate sulla situazione del coronavirus nel Comune di Sona nella sezione speciale del sito del Baco.