Coronavirus: a Lugagnano ha riaperto i battenti il poliambulatorio Vesalius

Redazionale

Vesalius riapre i battenti. Il Poliambulatorio di Lugagnano, infatti, già dal 30 marzo scorso ha riavviato alcune delle sue attività.

“L’Organo Amministrativo – spiega il Dott. Caparra Francesco, Presidente del C.d.A. della Nuova Vesalius srl, la società che gestisce il centro – dopo essersi confrontata con il Sindaco di Sona Mazzi, aveva momentaneamente sospeso le proprie attività dal 14 al 22 marzo”.

“Ciò – prosegue Caparra – ci ha permesso di procedere, innanzitutto, a sanificare gli ambienti con l’ozono e reperire una serie di dispositivi personali per i dipendenti al fine di poter svolgere il nostro lavoro con maggiore serenità, sia nei confronti dell’utenza, ma, soprattutto, della nostra valenza lavorativa, che, comunque, ancora oggi si sta alternando nello svolgimento dei compiti”.

Riavviate su appuntamento, pertanto, le analisi di routine, soprattutto, quelle domiciliari, e le visite specialisti ritenute indifferibili.

“La nostra attività – continua Caparra – è una di quelle ritenute strategiche per il territorio. Noi la sentiamo, oggi più che mai, una missione. Ho visto i miei Colleghi di C.d.A., principalmente Vicepresidente Marco Poccobelli, prodigarsi insieme a me, per recuperare, in un contesto difficile come quello delle scorse settimane, guanti, visiere, cuffie, misuratore della febbre, camici usa e getta e mascherine. Abbiamo ricevuto l’aiuto anche di alcune aziende del territorio. Occorreva ripartire e velocemente affinché il territorio, la nostra gente, avesse i servizi necessari”.

Quindi è possibile rivolgersi con fiducia a Vesalius, per le proprie esigenze.