Controllo del vicinato: nel Comune di Sona sta funzionando la collaborazione dei cittadini per la sicurezza

Ultimamente si sente sempre più parlare del progetto di controllo del vicinato. Una semi-novità per il nostro Comune visto che, come avevamo raccontato, è stato introdotto solo nel 2017, ma che da allora sta registrando sempre più adesioni.

Si tratta di uno strumento di prevenzione della criminalità che coinvolge tutti i cittadini che, volontariamente, decidono di aderirvi. L’obiettivo del progetto è di aumentare la sicurezza delle persone, relativamente alla zona in cui si risiede, collaborando con le Forze di polizia statali e locali.

L’iniziativa è lodevole e con il minimo sforzo si punta alla promozione della sicurezza urbana. L’impegno individuale infatti è minimo: il cittadino si impegna a controllare non solo la propria abitazione ma anche l’area ad essa circostante riferendo, eventualmente, alle Forze di polizia movimenti o atteggiamenti sospetti.

L’area protetta viene segnalata tramite la collocazione di appositi cartelli (nella foto quello presente all’ingresso di San Giorgio in Salici, ma se ne trovano in tutto il Comune) in modo tale da “far sapere”, a chiunque si trovi in quella zona, che gli abitanti sono attenti e consapevoli di ciò che accade intorno a loro. In quest’ottica eventuali furti o reati occasionali potranno essere limitati, aumentando il senso di vicinanza e di reciproco aiuto di fronte a queste situazioni ritenute anomale.

Il tutto funziona in modo molto discreto, ma i risultati sono tangibili. Le informazioni viaggiano rapidamente grazie ai vari canali comunicativi presenti oggi: messaggi, Whatsapp, Facebook, mail o la classica telefonata. In questo modo chiunque può essere rapidamente informato e può agire di conseguenza. Solo in presenza di situazioni che richiedano l’immediato intervento delle Forze di Polizia (furti, rapine, aggressioni), i componenti del gruppo dovranno chiamare direttamente i numeri di emergenza.

Per chi volesse aderire a questa iniziativa la procedura è abbastanza facile, basta recarsi presso la sede della Polizia locale a Sona e compilare l’apposito modulo.

Elisa Oliosi

About Elisa Oliosi

Nasce il 28 febbraio 1985 e risiede a San Giorgio in Salici da sempre. Si è laureata con lode in Lingua e Letteratura Moderna e Contemporanea, ha tre Master e attualmente insegna ai ragazzi delle scuole medie. E' sposata con Carlo, un collega di università, e ha due bambini. Adora fare la mamma, cucinare torte e guardare film romantici.

Related posts