Contributi per le attività economiche a Sona: Domande entro il 13 dicembre

L’amministrazione comunale di Sona ha pubblicato un nuovo bando per la concessione di 30mila euro di contributi a fondo perduto destinati alle attività economico-produttive del territorio, a seguito dellemergenza sanitaria da Covid-19.

Lintenzione è, nello specifico, quella di sostenere la ripartenza delle attività economicoproduttive del territorio, dopo gli ulteriori sforzi messi in campo per rispettare i protocolli di sicurezza, la tutela della salute di lavoratori e di cittadini, la continuità del servizio a favore delle famiglie. 

Il vicesindaco Elena Catalano dichiara: Le conseguenze di questa pandemia si faranno sentire ancora a lungo, perciò la nostra volontà è quella di agevolare la ripresa economica del territorio sostenendo limpegno dei commercianti attivi nel Comune di Sona”.

Oltre ad avere la sede operativa nel Comune di Sona, la sede legale nella Regione Veneto e a risultare attivi alla data del 15.03.2021 e alla data di presentazione della domanda, il bando richiede ai beneficiari altri specifici requisiti tra i quali lappartenenza alle categorie del commercio al dettaglio (fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità, esclusi dallerogazione di questi contributi), dei pubblici esercizi, del catering, delle agenzie turistiche e agenzie viaggi, degli agriturismi, degli NCC, degli artigiani che esercitano servizi alla persona e commercio su aree pubbliche. Sono escluse, invece, le attività che detengono o installano nei loro locali apparecchi da gioco automatici (slot-machines), V.L.T o scommesse esercitate in forma esclusiva.

Altri requisiti indispensabili per poter accedere al bando sono lavere fino a 5 occupati (calcolo ULA) e un fatturato annuo non superiore a 400mila euro oltre allessere in regola con tutti i versamenti dei tributi locali e dei canoni dovuti al Comune di Sona alla data di presentazione della domanda (ma leventuale situazione debitoria può essere regolarizzata entro 7 giorni dalla richiesta).

Limporto del contributo verrà riconosciuto nella misura massima di 750 euro e liquidato a mezzo bonifico in ununica soluzione. Se la parola dordine è ripartenza, allora bisogna ‘fare’ e non restare fermi, perciò è importante dimostrare efficacia e vicinanzaanche con azioni di sostegno semplici come questa aggiunge Catalano perché il capitale più prezioso, che non vogliamo perdere, è rappresentato dalle persone”.

Questa non è la prima misura di ristoro che il Comune di Sona ha destinato alle proprie imprese. Il consigliere di maggioranza Giuseppe Crea con delega al commercio spiega: Questultimo sostegno si aggiunge a quello già concesso lanno scorso, nello stesso periodo, per volontà politica della nostra amministrazione. A dimostrazione che siamo sempre stati particolarmente attenti alle problematiche che stanno affliggendo le nostre attività commerciali. Abbiamo cercato di costruire un ristoro economico in grado di raggiungere le piccole e medie imprese che più hanno risentito della crisi scaturita in conseguenza della pandemia ancora in corso. Sperando di recuperare la tanto attesa normalità il prima possibile”.

Le istanze, che non necessitano di marca da bollo, dovranno essere presentate con pec all’indirizzo sona.vr@cert.ip-veneto.net entro e non oltre le ore 12.30 del 13 dicembre 2021. Il bando e la domanda di contributo sono disponibili sul sito del Comune di Sona, nella sezione Amministrazione Trasparentee sullAlbo Pretorio on-line oltre che a questo link https://comune.sona.vr.it/notizie/634654/contributo-fondo-perduto-favore-attivita.

Articolo precedenteA Lugagnano ha preso il via il progetto scuola “Cinture Bianche” Karate della Fijlkam
Articolo successivoMuseo Diffuso del Risorgimento Italiano: Racconti e aneddoti postati sui social
Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura fin da quando era bambina. Ha iniziato a scrivere per Il Baco da Seta nel 2005, all’età di 17 anni. Dopo la maturità classica, ha conseguito la laurea triennale in Filosofia e la laurea magistrale in Scienze filosofiche presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dal febbraio del 2011 è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco dei pubblicisti, del Veneto e da qualche anno è collaboratrice del quotidiano L’Arena. Da ottobre 2020 è Vicedirettore del Baco.