Consorzio di Bonifica Veronese: le elezioni stravinte dalla Coldiretti

Si sono tenute domenica scorsa anche a Sona, in sala Affreschi del capoluogo, le elezioni per il rinnovo dell’Assemblea del Consorzio di Bonifica Veronese, l’ente che assicura l’irrigazione e la tutela idraulica dell’area della provincia di Verona posta a destra dell’Adige. Ad essere coinvolti dal voto sono stati ben sessantasei Comuni, divisi in trentasette seggi.

4 Irrigazione in Agricoltura_html_57386c50 

Ad uscire vincente dalle urne in maniera schiacciate è stata la Coldiretti, che ha portato a casa la maggioranza dell’Assemblea del Consorzio, 12 consiglieri su 20. Gli eletti sono il Presidente uscente Antonio Tomezzoli, Mauro Bedin (che è stato il più votato di tutti gli eletti con 892 preferenze), Giovanni Adami, Marco Baietta, Ivano Baschirotto, Matteo Birolli, Riccardo Bonfante, Renzo Bonizzato, OsvaldoTadiello, Luca Melotti, Egidio Roviaro  e Raffaele Pettene.

 

La lista “Per ridurre i tributi”, che era sostenuta da Cia, Confagricoltura, Copagri e associazioni cooperativistiche è riuscita ad eleggere cinque propri rappresentanti: Marco Giuseppe Benedetti, Giovanni Pizzamiglio, Giuseppe Carcereri, Guidalbero di Canossa e Umberto Parodi.

 

La terza lista, “Uniti per la bonifica e la tutela del territorio”, che candidava al fianco di agricoltori anche commercianti, imprenditori e proprietari di abitazioni ha ottenuto tre posti nell’Assemblea: Giuliano Pasquin, Fabio Passuello e Roberto Serpelloni.

 

I votanti complessivi sono stati 6235. “Ora cercheremo di governare e usando, come è peraltro stato sinora il buon senso, ma anche rappresentando gli urbani per rappresentare l’intera società”, ha dichiarato appena dopo il voto il Presidente di Coldiretti Verona Claudio Valente.

 

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews