Conosciamo il Piano di Emergenza Comunale: sabato un incontro per sapere cosa fare in caso di calamità

Ascolta questo articolo

L’Italia è un paese dal territorio fragile, costantemente sottoposto a situazioni emergenziali per calamità naturali. La frequenza di eventi sismici, eventi atmosferici estremi, disastri ambientali, fanno sì che diventi un obbligo quello di essere informati e preparati nel caso di situazioni potenzialmente rischiose che riguardino noi stessi e il nostro territorio.

In quest’ottica va il Piano di Emergenza Comunale – spiega l’Assessore alla Protezione Civile Gianfranco Dalla Valentina -: uno strumento necessario, che ci aiuta ad analizzare, conoscere, formare. Infatti, oltre ad essere previsto per Legge, è fondamentale perché ci aiuta, in periodo di “pace”, ad analizzare il nostro territorio da un punto di vista geologico, strutturale, ambientale, a conoscere tutti i possibili rischi legati a situazioni naturali o legate all’uomo; ci insegna, o ci forma se si preferisce, a quelle che sono le procedure da adottare nei diversi casi di rischio.

Quindi – prosegue Dalla Valentina – rischio sismico, ma non solo; anche alluvioni, nubifragi, incidenti ambientali o sulle infrastrutture viarie e altro. Conoscenza delle situazioni di rischio, ma anche formazione ed esercitazioni per essere preparati, nella speranza che non accada mai.

In quest’ottica va vista la presentazione del Piano di Emergenza Comunale, in fase di digitalizzazione secondo i format regionali a cui farà seguito l’approvazione in sede di Consiglio Comunale, che si tiene sabato 26 novembre ore 10.30 presso il mercato delle Pesche di via Cesarina 16 a Sommacampagna, in occasione dell’evento “Solidarietà Terremoto Centro Italia”.

Quella di sabato sarà anche l’occasione – prosegue l’Assessore Dalla Valentina – per fare il punto sullo stato delle strutture scolastiche comunali, sulle loro condizioni strutturali e sul loro ipotetico comportamento in caso di evento sismico. Analizzeremo assieme anche i lavori di miglioramento antisismico della scuola dell’Infanzia Villa Romani di Sona in corso di esecuzione in questi mesi. Ricordiamoci che su certi argomenti la conoscenza è un obbligo di tutti.