Con l’evento a Villa Sparici Landini la Proloco di Sona fa un salto di qualità, che diventa un nuovo inizio

L’evento che si è tenuto sabato 21 settembre presso Villa Sparici Landini a Sona, il “Sona Live. Piacere di Conoscerti”, di cui abbiamo già parlato presentandolo e che nei prossimi giorni racconteremo con foto e cronache, segna un punto di ripartenza per la Proloco del nostro Comune.

La giornata di rievocazione storica e di promozione per tante associazioni del territorio è stata senza alcun dubbio un successo, sia per la qualità dell’evento sia per quanto ha saputo coinvolgere associazioni e cittadini. Ma, ben oltre questo, riveste un momento di assoluta importanza, per la nostra Proloco comunale. E può trasformarsi nella pietra angolare di un nuovo edificio associativo.

I nostri lettori sanno, perché negli anni ne abbiamo parlato più volte su queste colonne, come sia travagliata la storia della Proloco di Sona. Non è qui né il momento né l’occasione per ricordare i tanti errori fatti negli anni passati, già ne abbiamo scritto molto. Quello che è evidente è che certe scelte fatte, e non fatte, l’hanno portata nel tempo ad essere relegata sullo sfondo anonimo del panorama associativo sonese. Per esistere esisteva, ma per quale motivo e con quali scopi per tanto tempo è stato difficile capirlo.

Qualcosa però è indubbiamente cambiato, e l’evento di sabato a Villa Sparici Landini ne è plastica conferma.

Un qualche ricambio ma, soprattutto, una visione più lucida di quali devono essere gli obbiettivi e le finalità dell’azione di una Proloco stanno riportando, seppur lentamente perché certe scorie non si cancellano da un giorno all’altro, la Proloco di Sona al ruolo centrale per il quale è nata: coordinare ed assistere il movimento associativo locale e le singole associazioni, all’interno di un progetto complessivo di promozione del territorio e della comunità sonese.

Villa Sparici Landini segna sicuramente un nuovo inizio per la nostra Proloco. Una realtà della quale il territorio necessità sia come supporto alle attività del Comune sia per tessere una tela che tenga insieme un tessuto associativo che paga le fatiche di una fase storica certo non facile, a Sona come dappertutto.

L’invito a chi oggi rappresenta la Proloco di Sona, dal Presidente Luca Foroni a chi sta più impegnandosi in questo nuovo corso, primariamente i Consiglieri Alfredo Cottini ed Enrico Olioso, è quello di proseguire lungo questa strada. Strada fatta di dialogo, di confronto, di ascolto, di apertura, di professionalità, di attenzione, di sostegno, di coordinamento.

Faticosa ed impegnativa, certo, ma sicuramente la strada giusta

Mario Salvetti

About Mario Salvetti

Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 fonda il Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto.

Related posts