Con i soldi delle multe il Comune riqualifica il Bosco di Sona. Entro cinque anni anche la rotonda

Il trenta per cento di quanto incassato per le infrazioni al codice della strada rilevate lo scorso anno dall’autovelox fisso installato sulla strada regionale 11 servirà per il miglioramento della viabilità e della vivibilità del Bosco di Sona. Questo è la decisione messa nero su bianco dal Comune di Sona.

Si parla di un importo oscillante tra i 180 ed i 200mila euro, ancora da definire esattamente in quanto parte delle sanzioni non sono ancora state pagate.

L’intervento che verrà realizzato in quell’area prevede la costruzione di marciapiedi, di percorsi protetti, di impianti di illuminazione e di parcheggi, con anche attenzione all’arredo urbano con il posizionamento di alberi e panchine.

Quello che verrà deliberato presumibilmente il prossimo settembre, dopo un confronto con la cittadinanza, è solo il primo stralcio del progetto complessivo, che verrà completato il prossimo anno. I lavori dovrebbero iniziare entro fine 2017.

Entro il prossimo quinquennio il quartiere del Bosco di Sona vedrà anche una trasformazione radicale della viabilità. Infatti al posto del semaforo ora presente sulla strada regionale verrà realizzata la tanto attesa rotonda, che finalmente metterà in facile comunicazione Sona con Palazzolo.

Si tratta di un intervento basato su una perequazione urbanistica, in base alla quale un privato riceverà dal Comune la possibilità trasformare un terreno in edificabile e, in cambio, assumerà l’onere di realizzare la rotonda di interesse pubblico.