Che trentennale per la maschera dello Tzigano di Lugagnano!

Si è concluso ieri, con la grande sfilata che ha attraversato l’intero paese di Lugagnano, il lungo fine settimana che ha celebrato il trentennale della maschera locale, lo Tzigano. Ad aprire la rassegna è stata giovedì la partecipatissima festa della donna, sotto la tensostruttura del tennis. A seguire, venerdì, la festa delle associazioni del Comune, un momento che ha saputo coinvolgere molti rappresentanti di associazioni da tutto il Comune. Sabato mattina poi in sala consigliare a Sona è stata la volta alla cerimonia del rinnovarsi del gemellaggio tra Sona e Weiler, la cittadina tedesca che grazie proprio al carnevale è ormai legata a doppio filo con la comunità del nostro Comune.

 

I numerosi rappresentanti di Weiler, guidati dalla signora che ricopre l’incarico di Sindaco, hanno infatti preso parte a tutti i festeggiamenti del fine settimana carnevalesco, che è culminato ieri con la grande sfilata.

 

A sfilare, sotto un sole primaverile, un numero praticamente infinito di mascheranti, musicisti, gruppi e carri allegorici. Un allegro e coloratissimo serpentone che – aperto dal Sindaco di Sona Gualtiero Mazzi, dal Sindaco di Wailer, dai rappresentanti del Comitato Carnevale di Lugagnano e dallo Tzigano in carica, El Piombi, assieme alla sua Corte – ha attraversato il paese per più di quattro ore, dalle 14 fino dopo le 18. A fare corona lungo la strada principale della frazione una vera folla di cittadini, di famiglie, di bambini, di cui moltissimi in maschera.

 

Ottima, come sempre, l’organizzazione del Comitato Carnevale Benefico, perfettamente supportato dalla polizia locale, dal SOS e dalla protezione civile. Sulla nostra pagina di facebook ilbacodaseta potete vedere e scaricare tutte le foto della sfilata.