CereaBanca apre a San Giorgio

Alla presenza del vice sindaco di Sona Gaspare di Stefano, del parroco don Giuseppe Marconi, del presidente dell’Istituto di Credito Alfonso Vicentini dei soci e di tanti cittadini, è stata inaugurata venerdì 7 novembre la nuova sede distaccata di San Giorgio in Salici di CereaBanca 1897.

 

Una nuova presenza sul territorio che attesta il rinnovato interesse del mondo del credito cooperativo in un’area come questa molto vivace e di sicuro ulteriore sviluppo. “E’ importante la vostra presenza qui – ha ricordato il vice sindaco di Sona in occasione della cerimonia di inaugurazione – e questa nuova sede a San Giorgio di CereaBanca 1897 voluta da un gruppo di oltre 200 soci, è la riprova di come le banche ed in particolare il mondo del Credito cooperativo, viva a contatto con la gente in una terra come la nostra dove le attività produttive rappresentano una realtà attiva ed in continua evoluzione”.

 

La nuova sede di San Giorgio in Salici vede potenziarsi ulteriormente l’Istituto di Credito presente sia sul territorio veronese che su quello mantovano con 11 unità operative. “Questa di San Giorgio è l’ultima entrata del gruppo – ha precisato il presidente Alfonso Vicentinidalla sua costituzione ad oggi, CereaBanca 1897 ha sempre rivolto la propria attenzione alla promozione della persona creando un valore economico, sociale e culturale di indubbio interesse non solo a favore dei soci ma anche delle comunità in cui opera. Oggi può contare su 1.400 soci ed il nostro lavoro guarda con grande attenzione alla persona e alla sua creatività. Il comune di Sona ne è particolarmente ricco e le quattro comunità che ne fanno parte (Sona, San Giorgio in Salici, Palazzolo e Lugagnano) sono la riprova dell’importante vivacità economica e culturale di questa terra”.


La cerimonia di inaugurazione della sede distaccata di San Giorgio, ha visto venerdì 7 novembre alle ore 18.45, l’apertura serale della sede alla presenza dei soci e degli esponenti di CereaBanca 1897, del direttore generale e del vice; la benedizione di don Giuseppe Marconi, parroco di San Giorgio Martire ed il taglio del nastro del presidente Alfonso Vicentini e del vice sindaco di Sona Gaspare di Stefano.

 

Alle 19.30 i numerosi intervenuti si sono trasferiti nella sala civica di via don Vittorio Castello per un momento conviviale e per i discorsi conclusivi alla presenza di Angelo Venturelli, di Alfonso Vicentini e del vice sindaco Di Stefano. Alle 20.30 castagnata, dolci e brindisi finale. La serata è stata allietata dall’accompagnamento musicale del quartetto “Stopparti Clarinet Quartet”.

 

Sabato 8 novembre poi, la sede è rimasta aperta il mattino dalle 8.30 alle 13.30 ed a vistarla sono stati gli alunni della classe quarta accompagnati da alcuni loro insegnanti, della scuola primaria “C.Collodi”. Una visita didattica ed istruttiva durante la quale si è parlato di risparmio, di cos’è una banca, del servizio svolto dal mondo del credito e del ruolo che gli istituti bancari svolgono nel tessuto economico e sociale locale.

 

Bevenuta quindi questa nuova realtà economica, che arricchisce il territorio ed offre nuove possibilità e nuovi servizi ai suoi abitanti.