Ascolta questo articolo

“C’era una volta… e c’è ancora” è il titolo della quinta ed ultima rappresentazione della Rassegna di teatro per famiglie “Buonanotte Sognatori” giunta alla sua 13esima edizione.

 

L’ideazione ed organizzazione è stata curata sempre dai genitori dell’Associazione Cav. Romani, con il sostegno dell’assessorato alla cultura del Comune di Sona, del Centro di Servizi per il Volontariato di Verona e del contributo di partecipazione che da quest’anno è stato chiesto agli spettatori. Anche quest’anno questa rassegna ha riscosso un notevole successo da parte del pubblico con il teatro parrocchiale di Sona sempre pieno ad ogni serata proposta.

 

La rappresentazione in calendario sabato 24 aprile alle 20.30 è curata dalla Compagnia Teatrale ”Attorinfiaba” di Verona che propone uno spettacolo per ragazzi delle scuole elementari e medie.

 

Artemio, timido e squattrinato scrittore sotto i cui panni in realtà si nasconde Superman, viene ingaggiato da Ginevra, arcigna proprietaria di un teatro, per scrivere una commedia destinata ad un pubblico di ragazzi.

 

Nel preciso istante in cui lo scrittore inizia a battere i tasti della sua vecchia macchina da scrivere, i personaggi in scena magicamente prendono vita, e mischiando a caso un impacciato Superman, un Re austero, una Principessa birbante, un Folletto canterino, una Principessa innamorata e un dj aspirante Attore di teatro, l’autore aiutato da un Albero parlante, si ritrova a creare una storia che, con tanta ironia e molti paradossi, affronta la tematica della differenza.

 

Diversità di opinioni, di cultura, un argomento di fondamentale importanza adatto ai ragazzi di “oggi”, ragazzi che un giorno saranno gli uomini di “domani”. La regia è curata da Luisa Poli.

 

Articolo precedenteNomine pubbliche: E’ tempo di cambiare metodo
Articolo successivoBriggi: “Questa è l’essenza del SOS”
Enrico Olioso
Nato a Bussolengo il 16 agosto 1964, risiede dall’età di 5 anni a Sona (i primi 5 anni a Lugagnano). Sposato con due figli. Attivo nel mondo del volontariato fin dall’adolescenza, ha fatto anche esperienza di cooperazione sociale. È presidente dell’associazione Cav. Romani, socio Avis dal 1984 e di Pro Loco Sona dal 2012. Fa parte della redazione di Sona del Baco da Seta dal 2002. È tra gli ideatori del progetto Associazioni di Sona in rete attivato nel settembre 2014 e del progetto Giovani ed Associazioni attivato nel 2020.