sabato 28 Novembre 2020
In occasione delle celebrazioni del 4 novembre raccontiamo la vicenda del soldato Giuseppe Brancolini, a Sona nel 1917
Il tabernacolo proviene dalla Pieve di Santa Giustina di Palazzolo ed è attribuito ad un anonimo scultore della prima metà del XV secolo.
Un video incredibile ed assolutamente inedito anticipa l'uscita a breve del libro di Massimo Giacomelli
Anche Lugagnano diventa protagonista di questo libro in quanto vi è raccontato un episodio incredibile che prende origine proprio dalla frazione.
Quel pomeriggio, gli occhi ammirati del pubblico sono tutti puntati sul dodicenne Riccardo Patrese che conquista la vittoria nella classe 100 di terza categoria e che negli anni successivi diventerà una leggenda dell’automobilismo italiano.
A reclamare il risarcimento fu la nobile famiglia Ravignani che possedeva dei campi a San Giorgio in Salici.
I fedeli da molto tempo hanno ormai acquisito familiarità con il grande quadro che è appeso sulla parete dell’abside.
Oggi si commemora la strage del Vajont. Tra le persone che prestarono aiuto e soccorso ci furono anche alcuni nostri compaesani.
Un tempo a Lugagnano c’era una fermata dei treni locali, un piccolo edificio a cui affluivano sia i passeggeri del paese che quelli della vicina Caselle
Il Municipio nella sua prima sede era ubicato a fianco dell’attuale, all’inizio di Via Roma