Caro Comune, asfalta le strade prima di proporre le biciclette

Da ieri 21 marzo, primo giorno di primavera, molti navigatori social del nostro Comune si sono trovati sulle proprie bacheche virtuali un invito del Comune di Sona.

bici comune“Finalmente è primavera! E’ il momento giusto per modificare i tuoi atteggiamenti: preferisci la bici all’auto per i tragitti brevi. Ne gioverà l’ambiente e la tua salute”. Questo lo slogan lanciato tramite la pagina Facebook del Comune di Sona.

Slogan che termina con un festoso e benaugurante “Buona primavera… tira fuori la bici e pensa ecologico…”.

L’invito è del tutto condivisibile e l’idea sicuramente ottima. Se tutti imparassimo a spostarci maggiormente in bicicletta e a lasciare le nostre autovetture in garage ne deriverebbe un gran bene per l’ambiente e anche per noi.

Quello che però tanti lettori ci hanno già fatto notare è che visto il pessimo stato di manutenzione di tante delle nostre strade Comunali, con gli asfalti che in alcuni tratti sono talmente malridotti da rendere veramente complicato – se non addirittura pericoloso – spostarsi sulle due ruote (per non parlare dei gravi rischi causati da una viabilità sempre caotica) forse varrebbe la pena che il Comune si preoccupasse prima di tutto sistemare le strade.

E solo poi, sicuramente, invitare i cittadini a tirar fuori le biciclette.

.

Mario Salvetti
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.