Carnevale: Sabato grande sfilata in notturna a Palazzolo, tra maschere e carri allegorici

Il programma delle manifestazioni del carnevale veronese quest’anno ha dovuto fare i conti con condizioni climatiche molto particolari. Il mese di febbraio è stato il più mite degli ultimi anni agevolando la partecipazione del pubblico ma le piogge frequenti hanno spesso sconvolto il calendario delle sfilate.

Si spera quindi di incontrare una bella serata anche sabato 6 aprile in quanto è prevista la sfilata in notturna nelle vie di Palazzolo in cui ci sarà l’occasione per grandi e piccini di passare qualche ora in allegria in compagnia di SuperMario, il carro allegorico del Circolo Giustiniano Noi di Palazzolo, e di altri carri veronesi. Nella foto sopra un momento della sfilata dello scorso anno.

L’appuntamento è previsto alle ore 20 presso la baita alpini di via Bellevie da dove inizierà la sfilata dei carri che attraverserà le varie vie del paese accompagnata da un corteo di gruppi di maschere a piedi e dai bambini della scuola materna. Il tutto con la colonna sonora del corpo bandistico di Sona.

Il percorso si snoderà in tutto il paese sino a raggiungere piazza Vittorio Veneto dove ci sarà la presentazione dei carri e la sfilata avrà conclusione. La festa, organizzata dal circolo Noi con la collaborazione della parrocchia, continuerà poi sia per i figuranti che per il pubblico nel piazzale della chiesa dove avrà luogo una distribuzione di un piatto di tortellini a coronamento di una serata di allegria e divertimento.

Massimo Giacomelli
Nato nel 1967, vivo da sempre a Palazzolo con moglie e 2 figli ormai proiettati nel mondo dei grandi. Sono appassionato di storia, di tutti gli sport, (qualcuno provo a praticarlo a livello amatoriale) e con parecchio trasporto ed un po' di nostalgia ascolto sempre volentieri la musica degli anni Ottanta. Dopo gli studi all’istituto tecnico commerciale ho scelto la strada imprenditoriale ed ora sono impegnato nel settore immobiliare; negli anni scorsi la mia collaborazione col Baco da Seta era piuttosto saltuaria; a partire dal 2019 però sta diventando sempre più intrigante.