“Cari Sindaco e Assessore, rendete più utilizzabile la sala lettura di Lugagnano”

Della sala lettura di Lugagnano come potenziale centro culturale di eccellenza, da implementare e valorizzare, abbiamo già scritto, proprio per l’assenza di una vera e propria sala civica nella frazione. Un’assenza di cui Lugagnano, cresciuta ormai in maniera importante, soffre da sempre.

E’ recente la bella notizia dell’intenzione dell’Amministrazione comunale di incrementare gli orari di apertura della Sala Lettura di Lugagnano, che nei prossimi mesi sarà aperta anche di sera e nei giorni festivi, come già succede da tempo nella Biblioteca Comunale di Sona.

Riceviamo oggi una cortese mail da una nostra lettrice, che su questo tema intende rivolgersi direttamente al Sindaco e all’Assessore alla Cultura, chiedendo di non aspettare oltre.

Con questa mia lettera vorrei segnalare al Comune la necessità urgente di ampliare gli orari di apertura e di utilizzo della sala lettura di Lugagnano. Tutti sappiamo che Lugagnano non ha spazi importanti per i cittadini, e che oltre alle sale della parrocchia c’è poco altro. Quello della sala lettura è uno spazio importante, grazie anche alla bravissima bibliotecaria Irene come avete scritto anche voi del Baco.

Ma veramente sarebbe importante che ci fossero orari più ampi e momenti culturali per bambini e adulti, sia come aiuto magari per le mamme con bimbi piccoli sia come formazione, sia come luogo di studio per tutti. Come mi sembra che accada nella biblioteca di Sona da quello che leggo sempre sul Baco, dove ho anche letto che il Comune in effetti vuole fare anche a Lugagnano quanto si fa a Sona.

Mi rivolgo quindi al sindaco Mazzi e all’assessore alla cultura Bianco che so che sono di Lugagnano per chiedere a loro di dare maggior spazio alla nostra sala lettura di Lugagnano, velocemente perché ce n’è tanto bisogno. Siamo in tante e in tanti sia della mia età, che mamme con bambini, che ragazzi, a voler utilizzare ancora di più questi spazi.

Renza

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews