Campo invernale a Ferrara di Monte Baldo per il Clan “Le Cime” degli Scout di Lugagnano

Il campo invernale degli scout è un’uscita di 3-4 giorni che si svolge durante le vacanze di Natale. Quest’anno, o meglio l’anno scorso, dal 26 al 29 dicembre i ragazzi del Clan “Le Cime” del gruppo scout Lugagnano 1 hanno svolto a Ferrara di Monte Baldo il loro campo invernale di strada, che consiste nel camminare ogni giorno su un percorso diverso, per raggiungere sempre nuove mete.

Il campo è iniziato con una notturna: i ragazzi, infatti, dopo aver raggiunto la struttura dove avrebbero passato le notti, si sono messi subito in cammino alla sera del 26 dicembre per percorrere il sentiero “Dusi” sotto le stelle, anche se coperte da un cielo nuvoloso.

Il secondo giorno il Clan è partito da Malga Ime e ha raggiunto il rifugio Chierego, dove i ragazzi hanno vissuto l’essenzialità della strada pranzando con cibi cucinati sui fornellini da campeggio e con una vista fenomenale regalata dalla cima. Successivamente sono tornati al punto di partenza, camminando in mezzo a neve e camosci.

Il giorno dopo, per concludere il campo, hanno messo la sveglia all’alba per riuscire a raggiungere Madonna della Corona partendo dalla casa dove pernottavano. Il sentiero che hanno percorso attraversava tutto il bosco circostante e passava su un ponte Tibetano, per poi concludersi con i 300 scalini del Santuario.

Oltre alla strada, il campo invernale è stato per il Clan occasione di condivisione, comunità e fede. Durante il campo, infatti, i ragazzi si sono sfidati a “Clanopoly”, un Monopoly inventato da alcuni di loro che si adatta alle abitudini e alle ambientazioni della vita scout. Inoltre, passando tra “Via della Cambusa” o “Strada Baden Powell”, i ragazzi si sono soffermati su alcune attività e riflessioni riguardanti la preghiera, che da sempre accompagnano il cammino scout.

“Quando la strada non c’è, inventala!” ha detto Baden Powell, fondatore dello scoutismo, e così ha fatto il Clan “Le Cime”. Strada, comunità e fede sono state il fulcro delle giornate trascorse dai ragazzi, che hanno avuto la possibilità di vivere a pieno i valori dell’essere scout.